Giappone Treno 150306115834
CRONACA 6 Marzo Mar 2015 1159 06 marzo 2015

Giappone, bacia una ragazza su un treno: italiano arrestato

Secondo le leggi locali, è un caso di molestie. L'uomo: «Era solo un saluto».

  • ...

È finita male la vacanza in Giappone per Vincenzo De Maio, un italiano quarantenne in visita a Wakayama, vicino a Osaka. Colpevole solo di aver dato un bacio in fronte a una ragazza 21enne, l'uomo è stato arrestato con l'accusa di molestie sessuali.
L'assurda vicenda è accaduta mercoledì 4 marzo su un treno della JrKisei Line, una linea ferroviaria che collega la stazione Keisei a Tokyo.
L'uomo è stato arrestato dalla polizia perché, secondo gli inquirenti, l'episodio potrebbe configurarsi come un caso di molestie in base alla normativa di contrasto a «oltraggio e atti osceni».
IL BACIO È UN ATTO SESSUALE. Contrariamente all'Italia, in Giappone il bacio è considerato quasi un atto sessuale ed è tollerato solo se in privato. Fin dai primi del '900, infatti, la legge giapponese vietò espressamente il bacio in pubblico, in qualsiasi sua forma; la norma fu poi revocata durante l’occupazione del 1945 per essere nuovamente incorporata nell’ordinanza pubblica sugli atti osceni ancora vigente.
VIRALE SUL WEB. La notizia, rimbalzata sui social network giapponesi e divenuta celebre come The Italian Kiss, è virale sul web e risulta una delle news più ricercate e cliccate.
L'uomo, di fronte all'accusa mossa, si è giustificato spiegando: «Era un semplice saluto, ignoravo che potesse essere contrario alle norme giapponesi».
NON UN CASO SINGOLO. Il 2 e il 3 marzo, nella stessa area, si erano verificati episodi analoghi definiti «atti osceni e violenti» attribuibili, secondo le autorità, a cittadini stranieri.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso