PAURA 6 Marzo Mar 2015 0958 06 marzo 2015

Maltempo, brucia gasdotto nel Teramano

Caduto un traliccio sulla condotta nel comune di Pineto. Foto.

  • ...

Una condotta del gas si è incendiata la mattina del 6 marzo nella frazione di Mutignano, nel Comune di Pineto (Teramo). Le fiamme, che sono durate mezz'ora prima di essere spente dai vigili del fuoco, erano così alte che potevano essere viste da chilometri di distanza. All'origine ci sarebbe stato uno smottamento, dovuto al maltempo, che avrebbe provocato la caduta di un traliccio della corrente sulla condotta.
TRE I FERITI. Nella zona è stata attivata subito la macchina dei soccorsi, che ha portato in salvo 11 persone che si trovavano in zona. Tre i feriti: due non gravi e una in condizioni più preoccupanti. Sono complessivamente otto le persone soccorse all'ospedale di Atri. Quattro, tra cui un bambino di 10 anni, sono state ricoverate. Le altre sono in stato di choc. Il ricovero del bambino sarebbe stato precauzionale. Condizioni serie invece per la madre, che si trova in chirurgia. L'incendio è stato innescato da un cavo elettrico che si è staccato da un palo della luce che è rimasto in piedi, provocando il gigantesco rogo al contatto col gas.
CHIUSE DUE AUTOSTRADE. Nel frattempo, le autostrade A24 e A25 sono chiuse dalle 4 del mattino per bufere di neve; il vento molto forte ha toccato e superato in alcuni momenti i 140 km orari. La visibilità ridotta a zero ha spinto la direzione del Coa della polizia stradale a chiedere la chiusura al traffico per problemi di sicurezza. Il tratto interessato dalla tempesta di vento e neve è quella tra la Valle Peligna e la Marsica e quella di L'Aquila Ovest e Colledara (Teramo). Circa 250 mila persone, residenti in 103 Comuni, sono senza corrente elettrica da almeno 27 ore. Tanti sono in zone con molta neve, senza riscaldamento.
BLOCCATE LE FERROVIE. La circolazione ferroviaria è stata sospesa in tratti della linea Avezzano-Roccasecca e della linea Pescara-Sulmona a causa della caduta di alberi provocata dal vento. In particolare sulla Avezzano-Roccasecca la circolazione è sospesa tra Capistrello e Civitella Roveto: le squadre tecniche di Rfi sono al lavoro per rimuovere gli ostacoli; sulla Pescara-Sulmona il traffico ferroviario è invece sospeso fra Avezzano e Sulmona.
Non sono stati attivati servizi sostitutivi con autobus per l'impraticabilità delle strade a causa delle bufere di neve. Dalle 7.25 è ripresa la circolazione tra Fossacesia e Porto di Vasto, sulla direttrice Adriatica, fortemente rallentata dalle prime ore del mattino per l'allagamento dei binari dovuto all'esondazione del fiume Osento.

Disagi anche in Molise

Anche il Molise è paralizzato dal maltempo. Nevica senza sosta su quasi tutta la regione ormai da 24 ore. A Campobasso il manto ha raggiunto il mezzo metro, più di un metro invece nelle zone di montagna della provincia. Il 6 marzo le scuole sono rimaste chiuse in una settantina di comuni della regione (compresi i due capoluoghi Campobasso e Isernia).
DANNI A CAMPOBASSO. Molti i disagi, con black out, in alcuni centri, dell'energia elettrica, delle linee telefoniche e del segnale televisivo. Danni ingenti a Campobasso, ma anche in molti paesi, per gli alberi caduti sulle strade e sulle auto in sosta. Danneggiati anche pali dell'energia elettrica. Per tutta la notte decine di mezzi spartineve e spargisale e centinaia di uomini hanno lavorato per liberare le strade.Diverse le arterie impraticabili o chiuse al traffico, decine gli interventi dei vigili del fuoco per soccorrere automobilisti rimasti bloccati.

Correlati

Potresti esserti perso