Incendio Sardegna 150306173000
CRONACA 6 Marzo Mar 2015 1652 06 marzo 2015

Sardegna, l'incendio nell'ex arsenale di La Maddalena

Nel 2009 avrebbe dovuto ospitare il G8. Il deputato Pili: «Un disastro immane. Si dimettano i responsabili».

  • ...

Un'immagine dell'incendio divampato in Sardegna.

Pochi giorni fa aveva denunciato il grave stato di abbandono in cui è ridotto l'ex Arsenale di La Maddalena, che nel 2009 avrebbe dovuto ospitare il G8, poi spostato a L'Aquila.
Adesso il deputato di Unidos Mauro Pili parla di «disastro immane», dopo l'incendio divampato il 6 marzo.
DANNI NON QUANTIFICATI. Le prime fiamme, causate molto probabilmente da un corto circuito, sono divampate poco prima delle 11 sul tetto di una delle strutture e hanno interessato una vasta area di pannelli solari. Immediato l'intervento dei vigili del fuoco. Una volta spento il primo incendio, un altro è scoppiato verso le 13, sempre dai pannelli solari, ma questa volta nell'ala opposta della struttura. Complessivamente i due incendi hanno interessato una superficie di circa 600 metri quadrati di pannelli e dell'isolamento termico, ma al momento non sono stati quantificati i danni.
«SI DIMETTANO I RESPONSABILI». Alle operazioni di bonifica hanno partecipato i carabinieri e gli uomini della Capitaneria di Porto. «Stanno distruggendo l'ex Arsenale di La Maddalena: dicono un corto circuito. Un disastro immane. Si dimettano tutti i responsabili», il duro attacco di Pili sulla sua pagina Facebook, dove ha postato anche le foto dell'incendio. «Si sta consumando un vero e proprio disastro. Guarda caso dopo le denunce sul degrado e abbandono di un patrimonio unico», ha concluso l'ex governatore sardo. «Incredibile quello che sta avvenendo a La Maddalena in questo istante. Centinaia di milioni di euro in fiamme».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso