Claude Gueant 150306145643
GIUSTIZIA 7 Marzo Mar 2015 2240 07 marzo 2015

Francia, incriminato l'ex ministro degli Interni Guéant

La vicenda riguarda i finanziamenti sospetti della campagna di Sarkozy da parte della Libia di Gheddafi.

  • ...

Claude Gueant.

L'ex ministro francese dell'Interno, Claude Guéant, è stato incriminato da un giudice nella vicenda legata ai finanziamenti sospetti della campagna presidenziale di Nicolas Sarkozy da parte della Libia di Muhammar Gheddafi.
«È solo una semplice vicenda di opere d'arte», ha detto l'avvocato di Guéant. Secondo il legale, il suo assistito è stato messo sotto esame per «falso e riciclaggio». Ma «non è accusato di nulla di concreto rispetto al finanziamento libico».
VERSATI 500 MILA EURO. Nella vicenda, gli inquirenti vogliono vederci più chiaro sugli oltre 500 mila euro versati dall'estero sul suo conto corrente bancario nel marzo del 2008. Lo stretto consigliere dell'ex presidente neogollista ha sempre giustificato quella somma evocando la vendita a un avvocato malese di due quadri del pittore fiammingo del 18esimo secolo, Andries van Eertvelt. Ma gli inquirenti si chiedono se quell'avvocato non sia servito solo da copertura e se la vendita delle opere d'arte non nasconda in realtà transazioni sospette, visto che i 500 mila euro non corrisponderebbero, secondo esperti del mercato dell'arte, all'effettiva quotazione delle opere.
CERTIFICATO MANCANTE. Lo stesso Guéant ha parlato di quadri di piccole dimensioni, il cui valore non supererebbe i 15 mila euro. Per effettuare la vendita all'estero, l'esponente della destra avrebbe dovuto richiedere un certificato del ministero della Cultura, cosa che non ha mai fatto, il che costituisce già di per sé una frode.

Correlati

Potresti esserti perso