Maltempo 150305132621
EMERGENZA 7 Marzo Mar 2015 1405 07 marzo 2015

Maltempo, Coldiretti: in Toscana 300 milioni di danni

Colpite vigne e vivai. Nelle Marche dieci persone bloccate, disagi in Abruzzo e Molise.

  • ...

Firenze: uno dei tanti alberi sradicati dal forte vento (5 marzo 2015).

Maxi perdite nel Pistoiese, disagi e ancora vento forte al Centro Sud.
Dopo la violenza del maltempo che ha colpito l'Italia tra il 5 e il 6 marzo continuano i problemi.
Secondo una stima di Coldiretti ammontano infatti a circa 300 milioni di euro i danni in Toscana dove il settore florovivaistico è stato pesantemente colpito dal cattivo tempo, con coltivazioni spazzate via, serre distrutte, centinaia di aziende che rischiano di chiudere con migliaia di lavoratori a rischio.

COLPITA LA CAMPAGNA TOSCANA. Secondo quanto è emerso dal monitoraggio della Coldiretti, che ha chisto l'immediato avvio delle procedure per la dichiarazione di calamità naturale, il maltempo ha colpito l'intera campagna toscana, soprattutto nella provincia di Pistoia e Versilia, danneggiando oliveti e vigneti.
Ma sono stati spezzati anche alberi ornamentali e piante forestali, con intere pinete andate perdute. Interessata dal maltempo anche l'attività di allevamento con stalle scoperchiate e silos piegati.
Forti danni anche nelle altre Regioni colpite dal maltempo: dalle Marche all'Abruzzo, dall'Umbria al Molise fino alla Puglia.

NELLE MARCHE 10 PERSONE BLOCCATE. Proprio nelle Marche sono salite a 10 le persone rimate isolate a Foce di Montemonaco (Ascoli Piceno) da una valanga. Tra coloro che aspettano di essere evacuati, ci sono quattro turisti e due cardiopatici, rimasti senza elettricità e al freddo.

IN ABRUZZO 55 MILA SENZA LUCE. Una ventina di Comuni delle province di Pescara e di Teramo sono senza acqua corrente a causa di danni alle condotte dovuti a frane e smottamenti e, più in generale, al maltempo.
Sono ancora 55 mila, in tutto l'Abruzzo, le utenze senza corrente elettrica a causa dei guasti dovuti al maltempo.
Al lavoro una task force, ulteriormente rafforzata, di 380 tecnici, oltre a 170 risorse di imprese esterne. Circa 300 gli interventi in corso.
Gruppi elettrogeni in arrivo per le utenze, circa 10 mila in tutto l'Abruzzo, che non potranno essere rialimentate dall'Enel entro la serata del 7 marzo.

SCUOLE CHIUSE IN MOLISE. In Molise non nevica più ma i disagi sono ancora tanti. Il 7 marzo le scuole sono rimaste chiuse in una trentina di Comuni e ovunque si lavora per rimediare ai danni. Ancora difficoltà anche nei trasporti: bloccata la linea ferroviaria tra Campobasso e Isernia, si lavora per liberare i binari.

VENTI FORTI IN SARDEGNA. Il vento continua a sferzare la Sardegna anche se già dall'8 marzo la situazione dovrebbe migliorare sensibilmente. In linea di massima, secondo le previsioni fornite dall'ufficio meteo dell'Aeronautica militare di Decimomannu, i venti da Nord Est sono previsti a circa 40-50 chilometri orari, mentre sul versate orientale dell'Isola si potranno raggiungere picchi che potrebbero superare gli 85 chilometri orari.

TEMPORALI IN SICILIA E CALABRIA. Allarme temporali in Sicilia e Calabria.
Le previsioni più aggiornate prevedono dalla serata del 7 marzo il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, nelle due regioni del Sud, specie nelle zone orientali. I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

TEMPO SERENO PER L'8 MARZO. Per fortuna per l'8 marzo le previsioni meteo sono confortanti.
Secondo 3bmeteo.com al Nord è attesa una bella giornata soleggiata su tutte le regioni con cieli sereni o al più velati da innocue nubi alte in transito. Temperature in lieve aumento, con massime comprese tra 12 e 17.
Al Centro tempo bello su tutti i settori, salvo residua nuvolosità sui settori adriatici e Sardegna.
Le temperature sono previste in lieve aumento, massime comprese tra 10 e 15.

Correlati

Potresti esserti perso