Gambia Peschereccio 150308104556
DIPLOMAZIA 8 Marzo Mar 2015 0800 08 marzo 2015

Gambia, arrestati due pescatori italiani

Sandro De Simone e Massimo Liberati sono in carcere senza cibo e acqua da lunedì 2 marzo per la presunta violazione delle dimensioni delle maglie di una rete. L'appello a Renzi e Gentiloni: «Salvateli».

  • ...

Un peschereccio della Italfish di Martinsicuro (Teramo) è stato posto sotto sequestro dalle autorità marittime del Gambia per la presunta violazione delle dimensioni delle maglie di una rete.
E due italiani sono in carcere da lunedì 2 marzo, dopo essere stati per una decina di giorni in stato di fermo.
Si tratta del capitano della nave Idra, Sandro De Simone di Silvi Marina (Teramo) e del direttore di macchina Massimo Liberati di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).
CONDIZIONI DISUMANE. La società armatrice parla di condizioni di detenzione disumane: «Sono senza cibo da lunedì. Non abbiamo modo di parlarci, non sappiamo neanche se siano ancora vivi e temiamo per ciò che potrebbe accadere andando avanti così».
Finora l'unico che è riuscito a incontrarli, giovedì 5 marzo, è stato il console onorario in Gambia, secondo cui i marinai «non sono in buone condizioni né fisiche né mentali».
FERMATO UN TERZO UOMO. A bordo ci sarebbe un altro italiano, il 60enne Vincenzino Mora, di Torano Nuovo e residente da diversi anni a Martinsicuro, che svolge le mansioni di nostromo.
Mentre il comandante e il primo ufficiale sono detenuti, il nostromo (separato e padre di un figlio) si trova sull'imbarcazione ormeggiata nel porto della capitale Banjul senza poter scendere dalla nave.
L'equipaggio è sorvegliato a vista da guardie armate.
APPELLO A RENZI E GENTILONI. Allarmata la moglie di Sandro De Simone che ha lanciato un appello al presidente del Consiglio, Matteo Renzi e e al ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni: «Ogni giorno in più in quel carcere è un giorno di vita in meno. Mio marito rischia di morire, quel posto è come un lager: sono senza servizi igienici e senza cibo, neanche l'assassino più feroce viene trattato così. Sto male solo all'idea che lui stia subendo queste cose da tanti giorni. Chiediamo l'aiuto di Renzi e del ministro degli Esteri, affinché intervengano».

Correlati

Potresti esserti perso