Mali Nazioni Unite 150308121737
CRONACA 8 Marzo Mar 2015 0800 08 marzo 2015

Mali, attacco a una base Onu: ci sono morti

Razzi e proiettili contro il campo a Kidal, nel Nord del Paese. Uccisi un casco blu e due civili.

  • ...

Almeno un casco blu e due civili maliani sono morti l'8 marzo nel lancio di razzi e colpi di mortaio contro una base Onu di Kidal, nel Nord del Mali. Feriti diversi caschi blu.
Militari francesi e dell'Onu hanno risposto al fuoco e la situazione sembra essere tornata alla normalità.
Secondo testimoni locali sono stati sparati almeno 40 colpi contro la base della Minusma, uno dei quali è caduto su un vicino accampamento tuareg.
TERRORE ANCHE IN NIGERIA. Il 7 marzo una raffica di attentati ha scosso i travagliati territori della Nigeria e del Mali.
Cinque attacchi kamikaze hanno colpito la più grande città nel Nord Est della Nigeria, Maiduguri, provocando una strage: 54 morti e 143 feriti.
Qualche ora prima un altro attacco aveva scosso il Mali. Un uomo ha aperto il fuoco in un ristorante della capitale Bamako, frequentato soprattutto da occidentali, uccidendo cinque persone e ferendone nove.
LA MANO DI BOKO HARAM. La responsabilità degli attacchi non è stata ancora rivendicata, ma tutti portano i tratti distintivi del gruppo estremista islamico Boko Haram.
Il Paese è parte di quell'area dell'Africa occidentale, assieme a Niger, Camerun e Ciad, ormai al centro delle violente incursioni di Boko Haram e di conseguenza dei raid della forza militare internazionale panafricana.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso