Ingroia_Crocetta
INCHIESTA 17 Marzo Mar 2015 1603 17 marzo 2015

Abuso d'ufficio, indagati Ingroia e Crocetta

La vicenda riguarda presunte irregolarità di legge nelle assunzioni nella partecipata Sicilia e Servizi.

  • ...

Rosario Crocetta e Antonio Ingroia.

L'ex magistrato Antonio Ingroia, il governatore siciliano, Rosario Crocetta, l'ex ragioniere generale della Regione, Mariano Pisciotta, e sei assessori della prima giunta, sono indagati dalla procura di Palermo con l'accusa di abuso di ufficio.
VIOLAZIONI PER ASSUNZIONI IN SICILIA E SERVIZI. L'inchiesta mira ad accertare che furono commesse violazioni di legge nelle assunzioni fatte nella partecipata regionale Sicilia e Servizi di cui Ingroia è amministratore unico.
L'indagine fu inizialmente iscritta a carico di ignoti e, a luglio 2014, la procura ha deciso di chiederne l'archiviazione.
A fine febbraio il gip, bocciando la scelta dei pm, ha ordinato all'ufficio inquirente di iscrivere nel registro degli indagati tutti i personaggi indicati nel rapporto della Finanza che aveva indagato sulle presunte irregolarità nelle assunzioni.
INDAGINE SU LEGGE PER BLOCCO ASSUNTI. Nell'informativa delle Fiamme gialle si facevano, appunto, i nomi di Ingroia, Crocetta, Pisciotta e degli assessori Antonino Bartolotta, Ester Bonafede, Dario Cartabellotta, Nelli Scilabra, Michela Stancheris e Patrizia Valenti, componenti della giunta che diede il via libera alle assunzioni.
Il cuore dell'indagine ruota attorno ad una legge che disponeva il blocco delle assunzioni e che sarebbe, dunque, stata violata.
Sulla vicenda è in corso anche un procedimento contabile: Ingroia si è sempre difeso sostenendo che le assunzioni erano necessarie per evitare la paralisi della società e che, comunque, aveva potuto contare su un parere favorevole dell'avvocatura dello Stato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso