TERRORE 19 Marzo Mar 2015 1400 19 marzo 2015

Isis, le vacanze dei miliziani

Vanno a cavallo e mangiano patatine fritte. Il relax dei terroristi lontani dai campi di battaglia. Foto.

  • ...

I loro volti sono sorridenti e rilassati. Leggono il Corano seduti l'uno accanto all'altro.
Fanno picnic, passeggiate e si divertono a cavalcare un pony.
Quando non uccidono, tagliano gole, rapiscono donne yazide, distruggono musei, monumenti e chiese, i miliziani dell'Isis si ritirano tra le montagne del Nord dell'Iraq per trascorrere un po' di vacanza.
Le immagini pubblicate il 19 marzo dal tabloid inglese Daily mail mostrano un gruppo di terroristi lontano dai campi di battaglia (guarda le foto).
MANGIANO PATATINE FRITTE. In una foto è ritratto un uomo in festa per aver scalato una parete rocciosa; in un'altra si vedono patatine fritte nell'olio bollente; e in un'altra ancora si vedono sei persone (rigorosamente armate) sedute a semicerchio all'aperto durante una riunione.

Scatti molto differenti da quelli che il mondo è stato abituato a vedere negli ultimi mesi.
Questa volta, infatti, non ci sono omosessuali o presunti tali lanciati nel vuoto dall'ultimo piano di un palazzo, non ci sono ladri a cui vengono mozzate le mani e non ci sono nemmeno soldati o giornalisti a cui vengono tagliate le gole.
GENOCIDIO CONTRO YAZIDI. In attesa che le forze di sicurezza irachene e quelle dei peshmerga preparino l'assedio per liberare Mosul dagli artigli del Califfo, l'Alto commissariato Onu per i diritti umani ha accusato l'Isis di genocidio contro gli yazidi in Iraq e crimini di guerra e contro l'umanità sui civili.
In un rapporto basato su oltre 100 vittime e testimoni, l'Alto commissariato ha invitato il Consiglio di sicurezza a chiedere alla Corte penale internazionale di perseguire i jihadisti.

Correlati

Potresti esserti perso