Libia 150319104857
CONFLITTO 19 Marzo Mar 2015 1045 19 marzo 2015

Tripoli, l'aviazione libica bombarda l'aeroporto

Colpito lo scalo di Mitiga dalle forze di Khalifa Haftar. Condanna dell'Onu. Diplomazia al lavoro.

  • ...

Un velivolo dell'aviazione libica.

Bombe su Tripoli: a lanciarle, secondo quanto riferito dalla televisione Al Jazeera è stata l'aviazione libica che giovedì 19 marzo ha colpito uno dei due scali aeroportuali della città.
«Aerei militari di Khalifa Haftar bombardano l'aeroporto di Mitiga», ha segnalato l'emittente qatariota con una scritta in sovrimpressione.
CONDANNA DELL'ONU. Mercoledì 18 marzo, dopo i raid compiuti dall'aviazione controllata da Tripoli sull'aeroporto di Zintan, l'Onu aveva avvertito in un comunicato che questi attacchi «rappresentano un deliberato tentativo di minare gli sforzi per trovare una soluzione politica al conflitto libico».
DIPLOMAZIA AL LAVORO. Intanto la diplomazia continua a lavorare. è atteso in Marocco l'avvio di un nuovo round del «dialogo politico» mediato dalle Nazioni unite fra il governo filoislamico di Tripoli e quello riconosciuto dalla comunità internazionale a Tobruk.
TOBRUK PER LA GUERRA. Omar al-Qweri, ministro dell'Informazione e della cultura dell'esecutivo, ha fatto sapere di essere per una soluzione militare della crisi libica e ha sostenuto che è «importante liberare la capitale, Tripoli».
L'intenzione di attaccare la città era stata dichiarata alla Bbc a fine gennaio da Haftar: una volta che saranno definitivamente sconfitti i jihadisti che resistono in alcune zone di Bengasi, «riprendere il controllo di Tripoli sarà questione solo di settimane», ha sostenuto Al-Qweri, il quale ha escluso il progetto di un esecutivo di unità nazionale dicendo di non voler «accettare un esecutivo che è imposto e nominato dalla comunità internazionale».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso