TERRORE 20 Marzo Mar 2015 0800 20 marzo 2015

Afghanistan, linciata perché ha bruciato copie del Corano

Kabul, vittima una 27enne disabile. Il corpo è stato dato alle fiamme. Arrestati quattro sospetti. Foto.

  • ...

Linciata per oltraggio al Corano. E il corpo è stato poi dato alle fiamme.
Secondo quanto raccontato il 19 marzo dal tabloid inglese Daily mail, la 27enne Farkhunda, affetta da problemi psichici, è entrata nella moschea Shah-e-Du Shamshera a Kabul e ha bruciato quattro o cinque copie del libro sacro dell'Islam.
PICCHIATA A MORTE. La folla inferocita l'ha portata all'esterno, l'ha picchiata fino a farla morire e poi ha dato fuoco al cadavere sulla riva del fiume Kabul, sotto gli occhi di alcuni agenti, testimoni passivi del linciaggio (guarda le foto).
In un video si vedono uomini che la colpiscono con calci e mattoni.

Interrogata dagli inquirenti che indagano sul feroce crimine, la famiglia della vittima ha spiegato che Farkhunda soffriva di malattia mentale da circa 16 anni.
QUATTRO ARRESTI. Un portavoce del ministero dell'Interno ha confermato che sono stati arrestati quattro sospetti.
Migliaia di persone hanno condannato questo ennesimo episodio di barbarie, assimilandolo agli attacchi e alle esecuzioni tramite decapitazione dei terroristi dell'Isis.

Correlati

Potresti esserti perso