Fincantieri Stabilimento 131214115615
IL CASO 24 Marzo Mar 2015 2145 24 marzo 2015

Fincantieri, microchip nelle scarpe: sciopero dei lavoratori

Agitazioni nei cantieri della Liguria per l'ipotesi nel contratto integrativo. Ma l'azienga nega tutto.

  • ...

Lo stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso, in provincia di Genova.

Agitazione nei cantieri di Fincantieri con scioperi e presidi.
Fa discutere l'ipotesi di contratto integrativo che, secondo i sindacati prevederebbe anche scarpe da lavoro con microchip.
Il gruppo ha smentito questa ipotesi, ma il malumore cresce tra gli operai, soprattutto in Liguria.
BLOCCO A GENOVA. Al cantiere di Riva Trigoso (Genova) in scena scioperi e presidi: il 24 marzo un'ora di astensione dal lavoro per turno e presidio della portineria con il blocco delle merce in entrata e in uscita.
Ai lavoratori di Riva si sono uniti quelli del cantieri del Muggiano (La Spezia) con uno sciopero a sorpresa.
Qui l'agitazione è scattata anche per condannare la decisione del consorzio guidato dalla Provincia di vendere il bacino di carenaggio ora in uso a Fincantieri: i lavoratori temono ripercussioni sull'occupazione.
Lo sciopero sarà replicato il 31 marzo.
AGITAZIONE A MARGHERA. Agitazione anche a Marghera con tre ore di sciopero per turno nella giornata del 25 marzo, anche qui contro l'ipotesi di contratto integrativo.
I lavoratori in questo modo intendono creare problemi a Fincantieri che entro aprile deve consegnare la nave Viking Star.
«Ci vogliono far lavorare gratis mezzora ogni giorno e vogliono metterci un microchip nelle scarpe da lavoro, ci chiedono anche di regalare 104 ore di lavoro per le ex festività», hanno detto i sindacati.
LE SPIEGAZIONI DELL'AZIENDA. L'azienda ha provato a far chiarezza dicendo che non ha mai parlato di microchip: «L'azienda ritiene utile che in ciascun sito aziendale vengano adottati impianti audiovisivi e o altre apparecchiature tecnologiche, trattandosi di strumenti che sono in grado di incrementare il livello di sicurezza complessiva nei luoghi di lavoro».
E sui permessi Fincantieri ha spiegato che prevede «al fine anche di migliorare gli standard della prestazione la lavorabilità dei Permessi Annui Retribuiti fino ad un massimo di 104 ore e non inferiore a 80 ore annue per il periodo di durata del presente accordo».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso