Amanda Knox Raffaele 110924184000
CRONACA 25 Marzo Mar 2015 1200 25 marzo 2015

Omicidio Meredith, slitta la sentenza della Cassazione

Verdetto il 27 marzo. Richiesta del pg: «Confermare condanne Sollecito e Knox».

  • ...

Slitta a venerdì 27 marzo la sentenza della Cassazione nel processo per la morte di Meredith Kercher, uccisa a Perugia nel novembre 2007. Lo si è appreso da uno scambio di battute tra il presidente della V Sezione Penale, Gennaro Marasca, e l'avvocato Giulia Bongiorno che difende Raffaele Sollecito.
I giudici devono decidere se confermare o meno la condanna per Sollecito e Amanda Knox, condannati dai giudici della corte d’Assise d’Appello di Firenze a 25 anni e 28 anni e sei mesi per l’omicidio.
AMANDA «PREOCCUPATA». Il pg della Cassazione ha chiesto di confermare le condanne e di ridurre la pena di tre mesi ciascuno, per la prescrizione di un reato minore: la pena chiesta per la Knox sarebbe di 28 anni e tre mesi e quella per Sollecito per 24 anni e nove mesi. Da Seattle, Amanda si è detta «molto preoccupata» ma ha anche fatto sapere di «aspettare con fiducia» la sentenza.
SOLLECITO PRESENTE. Come annunciato alla vigilia, Sollecito è arrivato al 'Palazzaccio' per assistere all'udienza. L'altra imputata, la Knox, è rimasta a Seattle. Amanda e Raffaele hanno scontato quattro anni di carcere. Sono stati condannati in primo grado a 26 e 25 anni.
ASSOLTI IN APPELLO. Nel 2011, in Appello, sono stati assolti e il 25 marzo 2013 la Cassazione ha annullato le assoluzioni rinviando il processo al tribunale di Firenze dove hanno subito la seconda condanna.
Per l’omicidio di Meredith è stato condannato definitivamente Rudy Guede, processato con rito abbreviato: sta scontando sedici anni di reclusione.
PROCLAMATISI INNOCENTI. Tutti gli imputati si sono sempre proclamati innocenti.
Contro le condanne hanno fatto ricorso i legali dei due ragazzi, Giulia Bongiorno e Luca Maori, che difendono il giovane pugliese, e hanno evidenziato «sviste, lapsus ed errori grossolani». I tempi della decisione sono incerti, ma il verdetto dovrebbe arrivare il 27 marzo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso