Luca Odevaine 141224142720
INCHIESTA 27 Marzo Mar 2015 1855 27 marzo 2015

Mafia Capitale, Odevaine: «Ho preso soldi da Buzzi»

Dichiarazioni spontanee davanti ai pm: «Avevo un ruolo di facilitatore».

  • ...

Luca Odevaine, ex responsabile della polizia provinciale di Roma, indagato nell'inchiesta Mafia Capitale.

Luca Odevaine, arrestato nell'ambito dell'inchiesta Mafia Capitale, ha ammesso di aver preso soldi da Salvatore Buzzi, l'uomo delle cooperative, spiegando che per lui svolgeva «un ruolo di facilitatore».
5 MILA EURO AL MESE. Nel corso di dichiarazioni spontanee davanti ai pm di Roma, Odevaine (ex capo della polizia provinciale ed ex vice capo di gabinetto di Veltroni in Campidoglio), ha ricostruito i suoi rapporti con Buzzi spiegando che i 5 mila euro mensili che, secondo l'accusa, il clan Carminati gli garantiva erano soldi «dovuti al suo ruolo di facilitatore e spicciaproblemi».
Nelle intercettazioni dei Ros sull'associazione mafiosa guidata dal boss ed ex Nar, Massimo Carminati, Salvatore Buzzi, presidente della cooperativa 29 giugno, diceva: «Lo sai a Luca quanto gli do? 5 mila euro al mese... ogni mese... ed io ne piglio 4 mila».
FLUSSI DI IMMIGRATI PILOTATI. In merito al suo ruolo nel tavolo sull'immigrazione, Odevaine ha spiegato che si trattava di una «struttura meramente tecnica e operativa che non aveva funzioni di natura politica». Nell'ambito dell'inchiesta Mafia Capitale, la procura di Roma parla di un vero e proprio «sistema Odevaine» per pilotare, da quel tavolo sui profughi, i flussi degli immigrati ai centri organizzati da Buzzi&Co, e di «vendita della sua funzione e compimento di atti contrari ai doveri del suo ufficio».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso