Boris Nemtsov 150228143338
INCHIESTA 31 Marzo Mar 2015 1529 31 marzo 2015

Caso Nemtsov, cinque incriminati per omicidio su commissione

È la prima volta che viene ufficializzata l'esistenza di mandanti per il delitto.

  • ...

Boris Nemtsov.

Svolta per l'omicidio dell'oppositore russo Boris Nemtsov.
I cinque sospettati arrestati in seguito al delitto dell'uomo, avvenuto a febbraio a Mosca, sono stati incriminati dalla magistratura russa per «omicidio su commissione».
ORIGINARI DELLA CECENIA. Un tribunale di Mosca ha indicato che i cinque uomini, originari delle repubbliche russe di Cecenia e Inguscezia, sono stati incriminati in base all'articolo 105 del codice penale russo sugli «omicidi commessi da un gruppo di persone che agiscono allo scopo di arricchirsi o su commissione».
Per la prima volta i magistrati ha ufficializzato l'esistenza di mandanti dell'omicidio.
DADAYEV AVEVA RITRATTATO. I cinque uomini sono stati arrestati dalle autorità russe la settimana successiva all'omicidio, avvenuto tra il 27 e il 28 febbraio.
Il principale sospettato, Zaur Dadayev, si è inizialmente dichiarato colpevole prima di ritrattare e denunciare che la sua confessione era stata estorta sotto tortura.
Secondo alcune fonti russe il Comitato di inchiesta russo avrebbe identificato l'uomo che avrebbe fornito agli esecutori del delitto l'arma e l'auto.
Secondo il giornale il sospetto aveva anche promesso cinque milioni di rubli (circa 80 mila euro) a ciascun partecipante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati