NUOVA VITA 1 Aprile Apr 2015 0800 01 aprile 2015

Obesità, la lotta di Amber Rachdi

La 24enne dell'Oregon rischiava di morire: ha perso 128 chili in un anno. Un intervento chirurgico e l'appoggio della famiglia le hanno dato un futuro. Foto.

  • ...

Pian piano Amber Rachdi sta perdendo peso. Da 298 chili è scesa a 170 (guarda le foto).
Merito soprattutto della paura di non vivere troppo a lungo.
I medici, infatti, avevano avvertito la 24enne di Troutdale (Oregon) che se non avesse buttato giù chili sarebbe morta probabilmente a soli 30 anni.
HA PERSO 128 KG IN UN ANNO. Così in un solo anno, grazie a un intervento di chirurgia bariatrica (branca della medicina che si occupa del trattamento dei pazienti affetti da obesità) ha perso la bellezza di 128 chili.
Amber ha raccontato le sua vita e le sue paure al tabloid Daily mail.
Il rapporto col cibo «non era salutare», vedeva negli alimenti «un buon metodo per combattere lo stress» e quindi mangiava costantamente «per alleviare ansie». «Mangiando combattevo la tristezza», si è confidata il primo aprile.
«Il cibo era un comfort e mi aiutava a nascondermi dalla realtà. Poi, però, guardandomi allo specchio, l'unica conclusione che riuscivo a trarre era quella che il mio corpo non sarebbe mai cambiato. Quando mi muovevo avevo dolori ovunque: mi sentivo in trappola e soprattutto infelice».

L'APPOGGIO DELLA FAMIGLIA. Considerato l'ultimatum dei medici, i genitori di Amber Rachdi hanno sempre vissuto nell'ansia di perdere la figlia: «Le siamo stati accanto, continuando a ripeterle che era necessario che lei perdesse peso, perché altrimenti sarebbe morta prima dei 30 anni», ha affermato la madre Patty.
La svolta è arrivata col trasferimento della famiglia a Houston, luogo in cui vive il dottor Younan Nowzaradan, specialista in chirurgia bariatrica. È stato lui, infatti, a operare la ragazza permettendole così di perdere un consistente numero di chili.
«Adesso finalmente ho una speranza», ha concluso la ragazza, «mi sento più ottimista e non uso più il cibo come antistress».

Correlati

Potresti esserti perso