Feto 120620174825
IL CASO 1 Aprile Apr 2015 1852 01 aprile 2015

Usa, condannata a 20 anni per 'feticidio'

Primo verdetto del genere nell'Indiana. Insorgono i movimenti pro-aborto: «Punizione ideologica».

  • ...

Un feto.

Caso giurisprudenziale negli Usa.
Un donna, la 33enne indiana Purvi Patel, è stata condannata a 20 anni di carcere dopo un processo per il reato di 'feticidio'.
È la prima volta ch accade negli Stati Uniti.
INSORGONO I MOVIMENTI FEMMINISTI. La vicenda è arrivata dall'Indiana, dove le le associazioni a difesa dei diritti delle donne sono sul piede di guerra.
Il verdetto si basa su una norma mai applicata in precedenza, e condanna la giovane per ben due reati apparentemente in contraddizione l'uno con l'altro.
Il primo è aver ucciso il feto prima che nascesse, il secondo averlo abbandonato in vita.
VERDETTO CONTESTATO. Proprio questo aspetto viene contestato a livello procedurale da alcuni critici del verdetto.
Nel luglio 2013 Purvi si recò al Pronto Soccorso del St. Joseph Hospital di Mishawaka con una forte emorragia.
Dopo aver negato in un primo tempo la gravidanza, la donna rivelò di aver subito un aborto spontaneo e di aver gettato il piccolo in un cassonetto.
Ma la corte ha accolto la tesi dell'accusa, secondo cui Patel prese dei farmaci illegali, acquistati online, per terminare una gravidanza indesiderata.
PROTESTE DEI PRO-ABORTO. Secondo il medico che esaminò il feto recuperato morto nel cassonetto, il piccolo aveva circa 30 settimane e avrebbe invece potuto sopravvivere con le giuste cure.
Secondo le attiviste per la difesa del diritto all'aborto «anche in caso di condanna la giuria avrebbe dovuto decidere quale dei due crimini Patel abbia commesso. È impossibile siano stati perpetrati entrambi è una punizione basata su una concezione ideologica e non su un reato».
IN INDIANA PARAMETRI PER ABORTO. Lo statuto dell'Indiana stabilisce il divieto dell'interruzione di una gravidanza al di fuori di specifici e limitati parametri.
Ora il timore è che le donne tornino ad aver paura di ricorrere alle cure mediche in caso di gravidanze indesiderate o persino di aborti spontanei.

Correlati

Potresti esserti perso