TERRORE 2 Aprile Apr 2015 0740 02 aprile 2015

Kenya, attacco al campus: l'ombra di al Shabaab

Gli islamisti somali attaccano l'ateneo di Garissa. Almeno 147 morti. «Alcune vittime decapitate». Foto e video.

  • ...

Terrore jihadista in Kenya: uomini armati a volto coperto hanno attaccato un campus universitario di Garissa, nell'Est del Paese, provocando almeno 147 morti e 60 feriti (guarda le foto e il video). Secondo testimoni, alcune vittime «sono state decapitate».
Nel bilancio dell'attacco, poi rivendicato dal gruppo islamista somalo al Shabaab, ci sono stati anche molti ostaggi tra gli studenti e i professori. In particolare sarebbe stato rapito un gruppo di giovani cristiani, mentre 15 studenti musulmani sono stati rilasciati.
INCOGNITA OSTAGGI. Il quotidiano Daily Nation ha riferito che almeno 500 studenti, su un totale di 815, erano stati ritrovati, sottolineando però che al momento resta ancora incerto il numero dei ragazzi ancora nelle mani degli estremisti.
QUATTRO ASSALITORI UCCISI. Il ministro ha poi affermato che quattro assalitori sono stati uccisi nel blitz della polizia e un presunto membro del gruppo armato è stato arrestato. La polizia kenyana ha offerto una taglia di 220 mila dollari per Mohammed Mohamud, conosciuto anche come Dulyadin e Gamadhere, che è ritenuto la mente dell'attacco.
ASSEDIO FINALE. Le forze dell'ordine, intervenute circondando l'ateneo insieme con i militari per mettere l'area in sicurezza, hanno spiegato che l'attacco è iniziato all'alba di giovedì 2 aprile nella moschea dell'università. Durante la preghiera del mattino gli assalitori - si parla di cinque persone dal volto coperto e con giubbotti esplosivi - hanno fatto irruzione esplodendo diversi colpi dopo aver ucciso le due guardie dell'ateneo.
COPRIFUOCO DAL TRAMONTO ALL'ALBA. In serata il ministro dell'Interno ha ordinato il coprifuoco dal tramonto all'alba nella città di Garissa e nelle contee limitrofe di Wajir, Tana River e Mandera.
IL PRECEDENTE DEL 2013. Le regioni del Nord e dell'Est del Kenya, ai confini con la Somalia, sono state spesso vittime di attacchi di al Shabaab. Il più sanguinoso attentato risale al settembre del 2013, quando 67 persone furono uccise nel centro commerciale Westgate della capitale Nairobi.

Correlati

Potresti esserti perso