Chrysler 121101215902
GIUSTIZIA 3 Aprile Apr 2015 0646 03 aprile 2015

Chrysler paga 150 milioni per la morte di un bambino

Condannata l'azienda dopo un incidente. Punite le scarse misure di sicurezza su Jeep Grand Cherokee.

  • ...

Il logo Chrysler.

Chrysler è responsabile della morte nel 2012 di un bambino di quattro anni in Georgia a causa di un incendio a bordo della Jeep in cui viaggiava in seguito a un incidente. E deve pagare 150 milioni di dollari di danni.
GIUDIZIO IN MENO DI DUE ORE. È il verdetto, secondo quanto ha riportato il Wall Street Journal, della giuria a Bainbridge, in Georgia, raggiunto in poco meno di due ore. Secondo la giuria, Chrysler ha agito in modo «incauto o con noncuranza per la vita umana» nel design e nella vendita di Jeep con serbatoi vulnerabili in caso di collisione posteriore.
La Jeep Grand Cherokee sulla quale il bambino, Remington Walden, viaggiava era del 1999.
LA CASA PENSA ALL'APPELLO. Un portavoce di Chrysler, esprimendo la propria delusione per il verdetto, ha detto - ha messo in evidenza il Wsj - che la casa automobilistica potrebbe considerare un appello.
«Quello che Fiat Chrysler Automobiles ha fatto è inaccettabile, famiglie sono state messe a rischio e la giuria lo ha capito», ha precisato Jeb Butler, legale della famiglia del bambino. La giuria, dopo due settimane di processo, ha ordinato danni per 120 milioni di dollari per la vita del bambino e altri 30 milioni di dollari per il suo dolore e la sua sofferenza.

Correlati

Potresti esserti perso