Francia Incidente Germanwings 150324115504
PAURA 3 Aprile Apr 2015 1614 03 aprile 2015

Venezia, atterraggio d'emergenza per un aereo Germanwings

Due persone colpite da malore sul volo Hannover-Roma: i passeggeri sono stati fatti scendere.

  • ...

Un airbus a320 della Germanwings.

Un aereo di Germanwings in volo da Hannover a Roma ha compiuto un atterraggio di emergenza all'aeroporto Marco Polo di Venezia, a causa del malore di due persone.
I viaggiatori sono stati fatti scendere in un terminal dell'aeroporto di Venezia.
Il volo 4U 3882 di Germanwings da Hannover a Roma Fiumicino era decollato alle 13.29, con sette minuti di ritardo sull'orario previsto. L'arrivo a Roma era fissato alle 15.25.
UNA PASSEGGERA E UN COMPONENTE DELL'EQUIPAGGIO. «Quando siamo atterrati a Venezia, il comandante ha riferito al microfono che c'erano due persone che non stavano bene, un componente dell'equipaggio e una passeggera», ha raccontato Eugenio Bartolini, docente di un Liceo Scientifico di Anzio (Roma), che era a bordo del volo della Germanwings atterrato in emergenza all'aeroporto Marco Polo.
Per qualche lunghissimo minuto tra gli occupanti dell'Airbus A319 che sorvolava il cielo della città lagunare è tornato lo spettro del velivolo fatto precipitare in Francia il 24 marzo scorso dal copilota Andreas Lubitz. Ma stavolta sono state proprio le parole del comandante a rassicurare dal microfono i passeggeri che non si trattava di nulla di preoccupante.
«TRANQUILLIZZATI DAL PILOTA». «Per non causare il panico», ha raccontato un turista romano che si trovava in vacanza con la moglie, «il pilota, ad atterraggio avvenuto, ha voluto precisare che ad avvertire il malessere erano stati una passeggera e un membro dell'equipaggio e non due passeggeri come comunicato in un primo tempo».
A bordo del volo 4U 3882 tutti hanno mantenuto la calma e atteso che venissero completate le operazioni di atterraggio e sbarco. Qualche turista si è lamentato «dell'impatto con la pista un po' troppo brusco», altri hanno riferito di voci circolate tra i passeggeri che parlavano «di uno strano odore» avvertito da chi stava nelle prime file. Un viaggiatore di Anzio ha commentato sorridendo, per sdrammatizzare la situazione in attesa del reimbarco: «Visto che l'aereo era arrivato sino a Venezia tanto valeva allungare e arrivare direttamente nella Capitale».
UNA FORTE NAUSEA. Fonti della compagnia riconducono il malore a una forte nausea, per la quale si è reso necessario il controllo sanitario. La passeggera alla quale è stata data assistenza, ha riferito Eugenio Bartolini, docente di un Liceo Scientifico di Anzio (Roma) che si trovava sul velivolo, ha raccontato di avere avuto solo paura dell'aereo e di aver vissuto uno stato di apprensione. Niente di grave, dunque, tanto che risulterebbe essere presente tra i 131 occupanti dell'aereo fatto partire da Amburgo dalla compagnia per portare in serata a Roma i passeggeri.
Non è ancora chiaro, comunque, cosa possa aver causato il duplice malessere. Dopo l'atterraggio, il velivolo è stato parcheggiato in una piazzola appartata dell'aerostazione, a ridosso della palazzina che accoglie il personale di Save, la società di gestione del 'Marco Polo', per effettuare dei controlli tecnici, ai quali ha presenziato anche un ispettore dell'Enac. Sulle ragioni che hanno indotto a far giungere a Venezia un secondo aereo, Germanwings ha spiegato lapidaria che l'aereo non poteva ripartire, in base alle regole, con due soli membri d'equipaggio ed era quindi necessario far arrivare un nuovo velivolo e altro staff di bordo per portare a destinazione i passeggeri.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso