Pilota Alitalia 150407162702
PROVVEDIMENTO 7 Aprile Apr 2015 1624 07 aprile 2015

Pilota Alitalia spara in casa: sospeso

I colpi esplosi in un'abitazione di Todi, probabilmente al culmine di una lite. La compagnia interviene.

  • ...

Un pilota Alitalia.

Un pilota Alitalia ha sparato alcuni colpi d'arma da fuoco la sera di Pasqua nella sua abitazione di Todi, probabilmente nel corso di una lite. La procura di Spoleto, che ha denunciato l'uomo a piede libero, ha informato la compagnia, che ha provveduto all'immediata sospensione del pilota.
«Non è al momento impegnato in servizi di comando e di volo» - ha spiegato un portavoce - «Alitalia, informata dell'accaduto, ha avviato tutte le verifiche del caso e disposto l'immediata sospensione dall'attività di volo». I colpi pare siano stati esplosi contro una parete.
DINAMICHE DA ACCERTARE. Da una nota della procura di Spoleto, che coordina le indagini dei carabinieri, è emerso che i colpi «sarebbero stati sparati... dal sig. Maurizio Foglietti, pilota dell'Alitalia». Il procuratore Alessandro Cannevale, «al fine di evitare il diffondersi di notizie non rispondenti al vero», ha reso noto che sono in corso indagini per ricostruire la dinamica dei fatti: indagini che «muovono dalle ipotesi di minaccia grave e di danneggiamento aggravato, reati che non consentono l'adozione di misure cautelari o interdittive».
PILOTÒ IL VOLO DI MATTARELLA. «Eventuali accertamenti sullo stato di salute delle persone coinvolte nell'episodio» - prosegue la nota della procura spoletina - «potranno essere condotti, laddove se ne ravvisi la necessità, per i soli riflessi di natura penale. Non sono invece di competenza di questo ufficio le valutazioni concernenti l'idoneità del sig. Foglietti al servizio svolto per l'Alitalia». Foglietti ha tra l'altro comandato il volo di linea dell'Alitalia con il quale il 14 febbraio scorso il presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva raggiunto Palermo per una visita privata.
GLI SPARI DOPO LA LITE. Non sposato, il pilota appartiene a una famiglia benestante e piuttosto nota a Todi, dove si recava di rado. Dopo avere trascorso la giornata di Pasqua con la madre e un fratello, sembra che Foglietti abbia avuto una discussione con loro per motivi non ancora chiariti. Poi gli spari contro un muro mentre, comunque, sembra si trovasse in una stanza da solo. I carabinieri rapidamente intervenuti hanno sequestrato la pistola e, sembra, altre armi. Segnalando quanto successo alla procura di Spoleto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso