Palestinesi Siria 150402135513
EMERGENZA 7 Aprile Apr 2015 1558 07 aprile 2015

Siria, a Yarmuk 3.500 bambini intrappolati

Medici, operatori umanitari e civili uccisi nel campo profughi alle porte di Damasco. Molti i dispersi.

  • ...

Palestinesi in fuga dal campo profughi di Yarmuk.

Almeno 3.500 bambini sono intrappolati all'interno del campo profughi palestinese di Yarmuk, con il rischio di essere uccisi o feriti, secondo quanto ha denunciato Save the Children.
Le testimonianze degli operatori umanitari sul campo riportano di persone che giacciono in strada, senza la possibilità di essere soccorse a causa dei combattimenti.
Un deputato palestinese israeliano citato da Haaretz ha affermato che nel campo di Yarmouk «oltre 1.000 palestinesi sono stati uccisi» dai jihadisti dell'Isis.
MOLTI DISPERSI. Secondo fonti dell'organizzazione, nei giorni scorsi decine di medici volontari, operatori umanitari e civili, sono stati uccisi, rapiti o feriti. Molti risultano ancora dispersi. «A Yarmuk stiamo assistendo a una farsa. I palestinesi all'interno della Siria hanno faticosamente mantenuto una posizione di equilibrio per rimanere fuori dal conflitto, e per questo ora sono sotto assedio», ha spiegato Roger Hearn, direttore regionale di Save the Children in Medio Oriente. «Prima Yarmuk era un luogo vivace, dominato dalla speranza e ora è un luogo di terrore. La vera tragedia è che i palestinesi all'interno della Siria non hanno un posto dove scappare e trovare rifugio. È terribile il continuo fallimento della comunità internazionale nei confronti dei palestinesi».
BISOGNO DI CIBO E MEDICINE. Secondo gli operatori umanitari sul campo i bambini hanno bisogno di cibo, medicine e protezione e le loro necessità crescono disperatamente di ora in ora, senza che si possa raggiungere il campo profughi. Gli attacchi al campo di Yarmuk arrivano dopo due anni di assedio, in cui i civili mancano di sufficiente cibo, acqua e forniture mediche. Gli ospedali all'interno di Yarmuk non possono più fornire assistenza sanitaria dopo essere stati distrutti negli ultimi attacchi e le forniture mediche si stanno esaurendo. Attualmente, ha spiegato Save the Children, non ci sono strutture sanitarie che siano in grado di assistere la popolazione civile intrappolata all'interno del campo assediato e i civili feriti dovrebbero essere immediatamente evacuati dal campo per ricevere assistenza. I palestinesi in Siria non possono lasciare il Paese, perché i confini per loro sono chiusi.
UNICEF: «UNA NUOVA SREBRENICA». Nel campo di Yarmouk, ha aggiunto l'Unicef, si sta consumando «una nuova Srebrenica»: il riferimento è allo sterminio di circa 8 mila bosniaci musulmani da parte dei serbo bosniaci nel 1995.

Correlati

Potresti esserti perso