Gianni Gennaro 130524191714
IL CASO 8 Aprile Apr 2015 1143 08 aprile 2015

Diaz, le carriere dei poliziotti

Da De Gennaro a Luperi, Gratteri e Mortola. Le promozioni dei responsabili del macello.

  • ...

L'ex capo della polizia, Gianni De Gennaro.

Che fine hanno fatto i responsabili della macelleria alla Diaz? Molti sono stati condannati. Altri assolti. E c'è chi ha persino fatto carriera. Un esempio? Il capo della polizia Gianni De Gennaro che fu nominato sottosegretario alla presidenza del Consiglio con Mario Monti e nel 2013 presidente di Finmeccanica. Voluto da Enrico Letta e confermato da Matteo Renzi.
Il Manifesto ha ricostruito le vicende dei responsabili.
I TRE SUPER POLIZIOTTI. Nel 2014 il tribunale di siorveglianza ha stabilito gli arresti domiciliari per tre condannati per i fatti della Diaz: Fran­ce­sco Grat­teri, Spar­taco Mor­tola e Gio­vanni Luperi.
Gratteri er ail numero uno dello Sco, il Servizio centrale operativo della polizia di Stato. Venne riconosciuto da un ragazzo tedesco. Nel frattempo era diventato capo dell'antiterrorismo italiano e poi questore di Bari.
DALLA DIAZ ALLA VALSUSA. Mor­tola era a capo della Digos di Genova. Nel 2010 guidò le cariche No Tav in Valsusa. È finito ai domiciliari perché accusato di avere massacrato un minorenne. Fu lui a guidare l'azione restando però all'esterno della scuola mentre le finte molotov venivano sistemate all'interno dell'edificio. Nel frattempo era stato nominato questore di Alessandria, questore vicario a Torino.
UN FUTURO NEL SISDE. Luperi guidava l'Ucigos, l'ufficio centrale per le investigazioni generali e per le operazioni speciali. Da indagato divenne capo dell'Aisi, ex Sisde. Fu lui a consegnare alla Digos le molotov.
Oltre a questi tre super poliziotti, vanno poi citati: Ansoino Andreassi, vicecapo vicario della polizia, divenne vicedirettore del Sisde. Da pensionato, è considerato un esperto di terrorismo internazionale.
Gilberto Caldarozzi, nel 2001 era vicequestore e vicecapo dello Sco, di cui nel 2011 divenne capo.
Vincenzo Canterini, comandante del VII nucleo speciale mobile è stato condannato a cinque anni. Nel 2005 divenne questore.
Filippo Ferri, capo della mobile de La Spezia fu trasferito a Firenze sempre a guidare la squadra mobile.
Oscar Fiorillo era nel 2001 questore di Genova. Successivamente venne trasferito a Napoli. Ora è a capo di Polferi, Polstrada e Polizia postale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso