Geronzi Banca Mediobanca 121204215544
GIUSTIZIA 10 Aprile Apr 2015 1518 10 aprile 2015

Crack Cirio, Geronzi e Cragnotti condannati in Appello

Quattro anni all'ex numero uno Capitalia. Sconto di quattro mesi per l'ex patron della Lazio.

  • ...

Cesare Geronzi.

Confermata la condanna in Appello per Cesare Geronzi a quattro anni e lieve sconto di quattro mesi per Sergio Cragnotti, che passa dai nove anni agli otto anni e otto mesi. Lo ha deciso la seconda sezione della Corte d'Appello di Roma alla fine del processo di secondo grado sul crack Cirio.
SCONTO PER CRAGNOTTI JR. I giudici di secondo grado hanno, inoltre, abbassato a due anni e quattro mesi di reclusione la condanna di Andrea Cragnotti, figlio dell'ex patron della Cirio, mentre hanno assolto per prescrizione gli altri due figli Elisabetta e Massimo che erano accusati di bancarotta preferenziale. Il genero dell'ex presidente della Lazio, Filippo Fucile, ha visto scendere la pena dai quattro anni e sei mesi ai tre anni e 10 mesi, mentre Ettore Quadrani ha avuto una riduzione di due mesi passando dai tre anni e sei a tre anni e quattro mesi.
ASSOLUZIONE CONFERMATA PER FIORANI. I giudici, infine, hanno confermato l'assoluzione per Giampiero Fiorani, ex amministratore delegato della Banca Popolare di Lodi (Bpl) e, tra gli altri, per Flora Pizzichemi, moglie di Cragnotti. La seconda sezione ha, inoltre, assolto con la formula «per non aver commesso il fatto» anche Franco Scornaienchi, Gianluca Marini e Annunziato Scordo, di fatto il collegio sindacale di Cirio Holding, che in primo grado erano stati condannati a tre anni di reclusione. Per quanto riguarda le posizioni degli ex funzionari di Banca di Roma, i giudici hanno abbassato a due anni la condanna per Piero Locati (in primo grado aveva avuto tre anni e sei mesi) così come per Antonio Nottola, mentre hanno assolto Michele Casella.

Correlati

Potresti esserti perso