INFRASTRUTTURE 14 Aprile Apr 2015 1546 14 aprile 2015

Cede pilone, Delrio: «Intero ponte sarà demolito»

Da rifare entrambe le carreggiate della Palermo-Catania. Il ministro in Sicilia annuncia: «Commissione d'inchiesta». Foto.

  • ...

Il nuovo ministro per le Infrastutture Graziano Delrio, dopo aver fatto un sopralluogo sul ponte Himera, lungo l'autostrada A19 che collega Palermo a Catania, chiusa a causa del cedimento di due piloni, ha annunciato che l'intero ponte dovrà essere demolito: «Purtroppo bisognerà demolire entrambe le carreggiate, e non una come si ipotizzava inizialmente» (guarda le foto).
Delrio ha spiegato anche come intende fare chiarezza sulla vicenda: «Ho firmato il provvedimento per l'istituzione di una commissione d'inchiesta».
A causa del cedimento dei due piloni, provocato da una frana staccatasi dalla vicina collina, una delle due carreggiate del ponte Himera si è inclinata, appoggiandosi sull'altra. Dopo il crollo il presidente dell'Anas Pietro Ciucci ha rassegnato le sue dimissioni.
DELRIO: «PER LA RICOSTRUZIONE 18-24 MESI». Il ministro ha stimato che per la ricostruzione delle due carreggiate, cioè di «300 metri di ponte e cinque piloni, prudenzialmente occorreranno dai 18 ai 24 mesi». Sui costi dell'opera invece non si è sbilanciato, mentre l'Anas ha confermato che la cifra si aggira intorno ai 30 milionidi euro.
«Le risorse le troveremo, perché è assolutamente indispensabile ripristinare questa opera», ha chiarito Delrio. «Dobbiamo impegnarci a evitare un danno economico per la Sicilia, che potrebbe essere rilevante, a causa dell'interruzione di questa arteria».

  • L'intervento di Graziano Delrio.

«NESSUN RISCHIO INCOMPIUTA». Alla domanda dei cronisti sul rischio che il ripristino del ponte Himera si trasformi in un'opera incompiuta, il ministro ha risposto così: «Ci rivediamo tra tre mesi».
Tre mesi è anche il tempo stimato per l'attivazione della soluzione tampone, una bretella sulla provinciale 24 e la statale 120, con una deviazione che poi si ricollega allo svincolo interessato dal cedimento. «È la soluzione più semplice e più veloce, qui i tecnici di Anas sono molto tranquilli su questo, perché parliamo di quasi tre chilometri di deviazione di cui uno e mezzo da sistemare», ha precisato Delrio.
PRESTIGIACOMO: «GOVERNO RIFERISCA IN PARLAMENTO». La deputata di Forza Italia Stefania Prestigiacomo ha chiesto che il governo riferisca in parlamento sullo stato delle opere pubbliche in tutta la Penisola: «Qui crolla tutto. Il governo venga a riferire sulla situazione delle nostre opere pubbliche e sulle misure che intende mettere in campo».

Correlati

Potresti esserti perso