Immigrazione 130928110715
CRONACA 14 Aprile Apr 2015 0800 14 aprile 2015

Sbarchi, il Viminale: «Trovare subito 6.500 posti»

Appello per gestire l'emergenza migranti. Corpo di un profugo gettato agli squali.

  • ...

Una barca carica d'immigrati.

È emergenza sbarchi sulle coste italiane. Il Viminale ha richiesto ai prefetti di agire urgentemente per trovare subito 6.500 posti, anche con «proveddimenti di occupazione d'urgenza e requisizione».
I numeri potrebbero crescere a dismisura nei prossimi mesi, e sono già allarmanti. Perché dall'inizio del 2015 gli sbarchi sono stati 120, e hanno portato in Italia 18.260 persone.
LA LOMBARDIA SI SMARCA. La circolare firmata dal prefetto Mario Morcone, direttore del Dipartimento Immigrazione, prevede che Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana, Emilia e Campania mettano a disposizione 700 posti, 300 la Puglia, 250 il Lazio e le Marche. Altri 1.500 andrebbero divisi nel resto d’Italia.
E c'è già chi cerca di tirarsi indietro, a partire dalla Lombardia, che ha fatto sapere di avere problemi collegati all'organizzazione di Expo, per arrivare al Veneto, che non ha dato risposte chiare sull'accoglienza.
L'IPOTESI CASERME. In estate la situazione potrebbe diventare insostenibile. La polizia ha rilevato che in Libia ci sono centinaia di migliaia di persone ammassate nei campi profughi, pronte a partire per l'Europa. Quindi, in vista di una nuova probabile emergenza, lo Stato ha iniziato a lavorare per rimettere in sesto alcune caserme dismesse, e non si esclude che per l'estate i migranti in arrivo potrebbero essere sistemati nelle tende.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso