Bandiera Israele 120323005737
ALLARME 15 Aprile Apr 2015 1932 15 aprile 2015

Antisemitismo, 2014 anno nero in Europa e Usa

Atti violenti in aumento quasi del 40%. Nel Vecchio continente in testa Francia e Gran Bretagna.

  • ...

La bandiera israeliana.

Una crescita di quasi il 40% di «atti violenti» antisemiti: il 2014 in Europa e nel Nord America è stato uno dei peggiori anni del decennio. E non pare essere finita: i primi mesi del 2015, come dimostrano i fatti del supermercato kosher di Parigi e della sinagoga di Copenhagen, mostrano segnali ancora peggiori. A fotografare una situazione in drammatico deterioramento è stato il rapporto del Centro Kantor per gli studi dell'ebraismo contemporaneo, presentato all'università di Tel Aviv nel giorno stesso in cui Israele ricorda solennemente Yom HaShoah, lo sterminio di 6 milioni di ebrei a opera dei nazisti e dei loro alleati.
INCREMENTO DEL 38%. I casi denunciati dal Centro Kantor sono stati nel 2014 766, con un incremento del 38% rispetto ai 554 del 2013, soprattutto nei Paesi occidentali. In Europa in testa come numero complessivo c'è la Francia con 164 casi (141, 2013), seguita dalla Gran Bretagna con 141 (95, 2013). Ma gli «atti violenti» contro ebrei e/o istituzioni ebraiche sono più che raddoppiati in Germania (76 contro i 36 del 2013), e l'aumento è esponenziale in Svezia (17 rispetto ai tre del 2013), e triplicato in Belgio (30 oggi, 11 nel 2013) e quasi raddoppiato in Italia (23 contro i 12 del 2013).
NEGLI USA 912 ATTI VIOLENTI. Se la situazione è migliore nell'Europa dell'Est, negli Usa si registrano 912 «atti violenti» (con un 21% in più rispetto all'anno precendete), l'Australia 30 (11 nel 2013), il Sudafrica 14 (ma era uno l'anno scorso). Il quadro generale peggiora ancora se non si prendono in considerazione solo gli «atti violenti» (come fa il Centro Kantor) ma anche tutte le forme di antisemitismo nelle sue varie forme. Solo in Germania - secondo il rapporto - si passa così da 788 a 1.076 episodi, in Francia da 423 a 851, in Gran Bretagna da 535 a 1168, il più alto numero di sempre per un anno. Per tornare ai 766 rivelati oggi, 412 sono stati gli assalti vandalici, 65 quelli con le armi, 101 atti violenti, ma senza armi, 22 gli incendi dolosi, 166 le minacce. Il 40% ha riguardato le proprietà, il 22% le persone, il 15% le sinagoghe, la stessa percentuale i cimiteri e i memoriali, l'8% le strutture comunitarie e le scuole.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso