Sblocca Italia 140829064459
APPALTI 15 Aprile Apr 2015 0639 15 aprile 2015

Expo, arriva il conto: i costi salgono di 180 milioni

Gli appalti lievitano. Ma Sala assicura: «Il budget è stato ridotto».

  • ...

Lavori per l'Expo di Milano.

Il conto per Expo 2015 è molto salato. Rispetto alle cifre previste inizialmente, la spesa è schizzata di oltre 180 milioni di euro. Opere più care, quindi, senza contare i progetti tagliati.
Come riporta Repubblica, uno dei casi più eclatanti è il Padiglione Italia. Nella corsa per togliere le impalcature entro la fatidica data del primo maggio, una cosa già pronta è il conto: si parla di 92 milioni di euro, contro i 63 previsti inizialmente.
GLI SCONTI DI GARA SI ANNULLANO. E anche per gli altri progetti dell'esposizione, i conti non si potranno fare che alla fine. Perché i conti dei lavori stanno continuando a crescere: in particolare perché le aziende che hanno vinto gli appalti fanno crescere i conti dei lavori, annullando gli sconti di gara.
Il commissario Giuseppe Sala, però, invita alla calma e sottolinea che il budget sarà comunque ridotto rispetto alle prospettive iniziali, si parla di rimanere sotto il tetto del miliardo e 200 milioni di fondi pubblici.
RIALZI DA CAPOGIRO. Per guardare i problemi, basta centrare l'attenzione su alcuni appalti, come quello per la «rimozione delle interferenze». Si tratta dei lavori di preparazione per l'arrivo dei padiglioni: assegnati nel 2011 e terminati da poco. Qui Cmc ha vinto la gara con un ribasso del 42,8% da 92,7 a 58,5 milioni di euro. Ci fra che poi è salita a 96 milioni, e adesso tra le varie aggiunte si rischia di chiudere a 136 milioni (l'azienda ne aveva chiesti 140).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso