Bambine Iraq Isis 150416164434
ORRORE 16 Aprile Apr 2015 1623 16 aprile 2015

Isis, schiave del sesso a otto anni in Iraq

Sono le vittime yazide dei jihadisti. Lo rivela Hrw in un rapporto. Una 12enne violentata da sette uomini.

  • ...

Bimbe irachene.

Sono bambine e donne dagli otto ai 30 anni della comunità yazida in Iraq le vittime delle violenze sessuali compiute dai jihadisti dell'Isis, secondo testimonianze raccolte da Human Rights Watch (Hrw) in un drammatico rapporto.
Tra le 20 vittime intervistate direttamente dall'organizzazione, che sono riuscite a fuggire ai loro sequestratori, figurano due bambine di 12 anni, una delle quali ha detto di essere stata violentata da sette uomini, di essere stata più volte venduta o offerta come «regalo». La ricerca è stata condotta in gennaio e febbraio nella città curda irachena di Dohuk.
FUGGITI DALL'ISIS 974 YAZIDI. Hrw ha intervistato anche responsabili curdi, medici e operatori umanitari locali e stranieri. Una dottoressa ha raccontato che tra le 105 donne e ragazze da lei visitate dopo che erano fuggite o erano state liberate dai loro sequestratori, 70 erano state violentate. Secondo l'ufficio per gli Yazidi della regione autonoma del Kurdistan iracheno, sono 974 gli Yazidi che sono riusciti a fuggire dalle mani dei jihadisti dello Stato islamico fino al 15 marzo. Di questi, 513 sono donne e 304 bambini.
VENDUTE COME SCHIAVE 3 MILA RAGAZZE. Migliaia di Yazidi sono stati uccisi o sequestrati quando, nell'agosto del 2014, lo Stato islamico si è impadronito di vasti territori nel Nord-Ovest dell'Iraq tra cui la città di Sinjar, dove è concentrata gran parte dei membri di questa minoranza religiosa curdofona. Secondo la deputata irachena yazida Vian Dakhil, non meno di 3 mila donne e ragazze sono state vendute come schiave sessuali.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso