Peschereccio Canarie 150415171853
ALLERTA 16 Aprile Apr 2015 1506 16 aprile 2015

Peschereccio affondato alle Canarie, è allarme marea nera

Si è inabissato con 1.400 tonnellate di carburante nelle stive. La scia ha raggiunto un'estensione di 12 chilometri.

  • ...

Il peschereccio russo affondato alle Canarie.

Il peschereccio russo Oleg Nayedonov, affondato il 15 aprile dopo un incendio a bordo a 15 miglia a sud dell'isola di Las Palmas, alle Canarie, ha provocato una scia frammentata di combustibile che ha raggiunto un'estensione di 12 chilometri.
L'imbarcazione aveva nelle stive 1.400 tonnellate di carburante, e l'allarme lanciato in mattinata dal giornale Canarias 7 è drammatico: «Questa è una catastrofe, gli animali si stanno già avvelenando con il combustibile».
TARTARUGA COPERTA DI CARBURANTE. Le correnti del mare spingono il carburante, già solidificato per la freddezza della acque atlantiche, verso sud, in mare aperto, ma stando alla previsioni, venerdì 17 aprile potrebbero cambiare e spingere la marea nera verso l'isola di Tenerife. Il 15 aprile una lancia della Guardia Civil ha raccolto una tartaruga ricoperta di gasolio (la zona dove la nave è colata a picco è ricchissima di pesci e un paradiso per i delfini) che riusciva a stento a galleggiare. Nell'arcipelago è arrivato il ministro delle infrastrutture Ana Pastor per coordinare l'intervento dei mezzi anticontaminazione.
IL PARAGONE CON IL DISASTRO DEL PRESTIGE. Le organizzazioni ecologiste Greenpeace e Wwf, nel paragonare il naufragio della nave a quello della petroliera Prestige, che nel 2002 provocò un disastro ecologico al largo delle coste della Galizia, avevano criticato la decisione di portare in acque aperte il peschereccio russo, di 120 metri di lunghezza, invece di ripararlo in una zona più coperta, dove sarebbe stata più facile la gestione dell'incendio a bordo e si sarebbe probabilmente evitato l'affondamento.
APERTA UN'INCHIESTA. Il pm della procura specializzata in reati ambientali del tribunale di Las Palmas ha aperto un'inchiesta. Lo si apprende da fonti giudiziarie citate dall'edizione online de El Pais. Il segretario di Stato all'ambiente, Federico Ramos, ha sostenuto che «è demagogico» comparare il caso dell'Oleg Naydenov alla catastrofe ecologica del Prestige, come hanno fatto organizzazioni ambientaliste, dal momento che la petroliera affondata 13 anni fa aveva 77 mila tonnellate di carburante a bordo e il peschereccio russo soltanto 1.400.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso