Mary Fallin 150418075245
ESTERI 18 Aprile Apr 2015 0730 18 aprile 2015

Pena di morte, l'Oklahoma adotta l'azoto per asfissiare i condannati

Il governatore Mary Fallin ha firmato la legge che autorizza l'uso del gas: «La punizione capitale deve essere eseguita in maniera efficace e senza crudeltà».

  • ...

Mary Fallin.

Azoto per asfissiare i condannati.
È questa la legge firmata il 17 aprile dal governatore dell'Oklahoma, Mary Fallin.
«L'Oklahoma condanna a morte gli assassini i cui crimini sono particolarmente atroci», ha affermato.
«Io sostengo questa politica e credo che la punizione capitale debba essere eseguita in maniera efficace e senza crudeltà».
La legge è «un'altra opzione per la pena di morte che rispecchia questo standard».
Dopo le polemiche e la mancanza di farmaci per le iniezioni letali, diversi Stati dell'America stanno cercando di organizzarsi per portare a termine le condanne a morte.
STATO DI EUFORIA. L'utilizzo dell'azoto «è probabilmente l'idea migliore», ha commentato il deputato repubblicano, Mike Christian, promotore della legge. «Al condannato», ha spiegato, «viene messa una maschera e pompato azoto al posto di ossigeno, il che lo renderà euforico. Poi seguirà una morte indolore».
L'azoto è un gas inodore e non tossico e forma il 78% dell'atmosfera. Diventa letale quando viene respirato in alte concentrazioni perché viene a mancare l'ossigeno.
Nel 2014 l'Oklahoma era finito nel mirino delle critiche per aver giustiziato Clayton Lockett con un cocktail di farmaci cosiddetto 'pasticciato' che ha inferto al condannato un'agonia di oltre 40 minuti.

Correlati

Potresti esserti perso