Rodi 150420133408
TRAGEDIA 20 Aprile Apr 2015 1211 20 aprile 2015

Naufragio a Rodi, nuova strage di migranti

Si ribalta barcone con 200 profughi. Si temono molti morti. L'Oim: «Abbiamo ricevuto un Sos da tre barconi». Video.

  • ...

Testimoni e migranti sulla spiaggia di Zephyros.

Nuova strage del mare, questa volta in Grecia.
Un barcone con 200 migranti è naufragato davanti alla costa orientale di Rodi il 20 aprile (guarda il video).
Secondo quanto riferiscono i media locali, finora sono stati recuperati tre corpi, tra cui quello di un bambino, mentre 57 persone sono state messe in salvo.
Si temono quindi molte vittime.
CATENA UMANA PER SALVARLI. Stando alle prime informazioni fornite da testimoni sulla spiaggia di Zephyros, sull'imbarcazione c'erano almeno 200 persone che sono saltate in acqua senza attendere i soccorsi e hanno cominciato a dirigersi a nuoto verso terra.
È scattata subito una catena umana e diversi uomini si sono tuffati nell'acqua gelida per andare incontro ai superstiti e trascinarli a fatica verso la riva non sabbiosa ma irta di scogli taglienti.
BARCONE PARTITO DALLA TURCHIA. Il barcone era partito dalle coste della vicina Turchia ma i trafficanti avevano abbandonato l'imbarcazione quando ancora si trovava al largo dell'isola di Rodi.
Nel mese di aprile è aumentato in modo consistente il numero dei migranti arrivati in Grecia, che è una delle principali porte di ingresso nell'Unione europea oltre all'Italia.
NUMERO DI ARRIVI IN AUMENTO. Solo nei primi tre mesi di quest'anno, secondo le ultime statistiche della Guardia costiera ellenica, sono 10.445 gli immigrati stranieri entrati clandestinamente in Grecia via mare. Nel solo mese di marzo sono stati ben 6.498 i migranti che hanno attraversato l'Egeo orientale. Questo dato indica un aumento di tre volte rispetto ai primi tre mesi del 2014, quando furono in totale 2.863 migranti ad entrare illegalmente nel Paese.
La migrazione via mare è aumentata dopo la costruzione di un muro lungo al confine con la Turchia, nel nord della Grecia, l'escalation dei conflitti in corso in Medio Oriente e nel Nord Africa e le crisi umanitarie in Siria e in Iraq.

Correlati

Potresti esserti perso