ESTERI 23 Aprile Apr 2015 0019 23 aprile 2015

Cile, erutta il vulcano Calbuco: allarme rosso

Ordinata l'evacuazione della popolazione. Allerta anche in Argentina. Foto.

  • ...

Allarme rosso nel Sud del Cile per l'eruzione del vulcano Calbuco. Le autorità hanno ordinato l'evacuazione della popolazione in un'area di 20 chilometri (guarda le foto).
Per la prima volta dopo circa 40 anni, il vulcano ha eruttato una spessa nube di cenere e fumo verso il cielo, come mostrano le immagini postate su YouTube da alcuni testimoni.



Nella zona del vulcano, circa 1.000 chilometri a sud di Santiago, la sismicità presenta delle variazioni, ha reso noto l'Osservatorio vulcanologico della regione meridionale della cordigliera delle Ande, sulla base dei risultati di monitoraggi. «Abbiamo rilevato circa 140 eventi sismologici in un periodo di tempo di due ore», ha sottolineato uno degli esperti che sta seguendo l'evento, Rodrigo Seguel, ricordando che «l'ultima eruzione del vulcano risale all'agosto del 1972».
Il Calbuco ha un'altitudine di 2 mila metri e si trova tra i comuni di Puerto Montt e Puerto Varas, in un'area che i cileni chiamano la 'regione dei laghi'. Viene considerato come il terzo più pericoloso tra i 90 vulcani che si trovano nel territorio cileno.

ALLERTA IN ARGENTINA. L'allerta è poi stata allargata anche in Argentina: nella città di Bariloche, noto centro turistico della Patagonia, i voli sono stati sospesi, l'aeroporto è stato chiuso così come le scuole. Inoltre è stata ordinata l'evacuazione di circa 1.500 persone della località di Ensenada, area che si trova a circa mille chilometri a sud di Santiago e dove è attesa la visita della presidente Michelle Bachelet.
Da molti luoghi in Argentina sul confine con il Cile è visibile l'imponente pennacchio di ceneri e altri materiali, alto una decina di chilometri, che si è alzato dal vulcano.

#Tweet Calbuco

Correlati

Potresti esserti perso