Sala Giuseppe Sala 140608182856
OCCUPAZIONE 22 Aprile Apr 2015 1426 22 aprile 2015

Expo, otto giovani su 10 rinunciano al lavoro

Su 600 ragazzi reclutati, l'80% ha rifiutato l'incarico. Lo stipendio di 1.300-1.500 euro al mese.

  • ...

Il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala.

Paradossi ai tempi della crisi. Per i selezionatori di Expo reclutare le 600 persone da mettere al lavoro durante il periodo dell’esposizione è stato tutt'altro che facile, in particolare per quanto riguarda i ragazzi sotto i 29 anni. Ai quali veniva proposto un contratto di apprendistato: circa 1.300-1.500 euro al mese, comprensivo di festivi e notturni come da contratto nazionale. I motivi? Troppe ore e stipendio troppo basso.
Ebbene, il 46% dei primi selezionati (645 profili su 27 mila domande arrivate alla società Manpower, cui era stato affidato il compito della raccolta dei curricula e della prima selezione) ha rinunciato all'incarico al momento alla firma. Quindi si è passati al secondo e al terzo gruppo di selezionati. Alla fine, circa l’80% delle persone arrivate a un passo dalla firma ha lasciato spazio ad altri.
SALA: «LA CAUSA? FORSE LA PRECARIETÀ». «Almeno l'80% dei candidati alla fine si è tirato indietro», hanno detto da Manpower. «Forse la precarietà del lavoro non ha invogliato i giovani che alla fine hanno preferito rinunciare, forse per qualcosa di più stabile», ha affermato il commissario unico Giuseppe Sala, aggiungendo però di essere rimasto molto stupito da numeri così imponenti.

Correlati

Potresti esserti perso