Militanti Dell Isis 150218170117
CAOS 23 Aprile Apr 2015 1800 23 aprile 2015

Libia, a Sirte scontri tra miliziani di Tripoli e Isis

Nel centro della città combattimenti con razzi e mortai tra i jihadisti e la Brigata 166 di Misurata.

  • ...

Militanti dell'Isis in Libia.

Dalla mattinata del 23 aprile si sono registrati a Sirte nuovi combattimenti frai miliziani di Misurata, fedeli a Tripoli, e i jihadisti dello Stato islamico.
Un media libico ha riferito di «violenti scontri fra la 'Brigata 166' ed elementi di Daesh concentrati al centro di Sirte».
SCONTRI DA MARZO. La fonte è il portavoce della Brigata che ha la propria base a Misurata e che in febbraio è stata incaricata di riprendere la città controllata dall'Isis. Sporadici scontri vengono segnalati da metà marzo e un'intensificazione c'era stata il 19 aprile.
Il portavoce, Abu Gazeya, ha riferito che i jihadisti si sono concentrati nel complesso governativo e l'università e la Brigata ha perso due uomini (cinque sono stati feriti).
USATI RAZZI E MORTAI. Inoltre, ha riferito, nei combattimenti vengono utilizzati anche razzi e mortai.
Il media libico che ha citato il portavoce ha rilanciato immagini di edifici distrutti come da un terremoto e un muro squarciato da un largo foro.
«Con violenza» verrebbe invece bersagliato il centro convegni «Ougadougou», dove l'allora leader Muammar Gheddafi organizzava summit africani e arabi ed edifici in costruzione presso l'ateneo.
MORTO CAPO FAJR LIBYA. Secondo una fonte libica per ora senza riscontri, nel Sud della città è morto il capo di Sirte di Fajr Libya, la coalizione di milizie islamiche che sostengono il governo di Tripoli.
Sirte, la città natale di Gheddafi sull'omonimo golfo, era stata infiltrata da jihadisti fedeli all'Isis in febbraio e da allora è considerata in mano allo Stato islamico come Derna, trasformata ufficialmente in Califfato nell'autunno 2014.

Correlati

Potresti esserti perso