Giudici 150423122708
SENTENZA 23 Aprile Apr 2015 1225 23 aprile 2015

Lite tra vicini: madre e figlio condannati per stalking condominiale

Una coppia residente in un palazzo era stata costretta a rifugiarsi nel seminterrato dopo minacce.

  • ...

Due giudici.

Una lite tra vicini di casa s'è conclusa con una sentenza destinata a fare giurisprudenza: madre e figlio sono stati condannati per stalking condominiale.
Prima di arrivare alla sentenza, però, sono trascorsi quattro anni in cui i due, dopo le prime tensioni con una coppia in uno stabile a Ronco Scrivia nell'Alessandrino, sono passati a vere e proprie angherie come rumori nel cuore della notte (trapano e musica rock a tutto volume) che poi sono diventate minacce nei confronti del figlio dei coniugi appena nato.
Alla fine, però, il giudice ha deciso di condannare a quattro mesi una donna di 74 anni e il figlio disoccupato di 40.
SCONTRO PER IL GIARDINETTO. A chiedere l'intervento della magistratura era stata la coppia poi riconosciuta come la vittima della vicenda: i due vivevano al secondo piano del palazzo, ma dopo gli scontri con madre e figlio avevano deciso di rifugiarsi nel seminterrato. E dire che a far detonare gli scontri era stata una lite per un giardinetto di 15 metri quadrati che, secondo il contratto, sarebbe appartenuto alla coppia, ma era preteso da madre e figlio. Da lì le liti e le minacce. Condannate anche grazie all'intervento di una vicina, una donna sola che è stata testimone chiave nel processo.

Correlati

Potresti esserti perso