Carabinieri 140905095025
CRONACA 27 Aprile Apr 2015 1453 27 aprile 2015

Genova, medico si suicida dopo l'arresto del figlio

Il 65enne, padre di un farmacista in manette per traffico di medicine antitumorali, si è gettato dal ponte monumentale. 

  • ...

Un'auto dei carabinieri.

Ha scritto su un biglietto «la magistratura miope a volte uccide» e si è suicidato gettandosi dal ponte Monumentale, nel centro di Genova. L'autore del tragico gesto è un medico pediatra di 65 anni noto in città che ha deciso di farla finita dopo che il figlio, farmacista, è stato arrestato per un giro di farmaci antitumorali dalla procura di Monza.
LA MOGLIE SALVATA IN EXTREMIS. Anche la moglie del medico aveva deciso di suicidarsi insieme al marito ma ha esitato all' ultimo momento dopo aver visto l'uomo gettarsi ed è stata salvata in extremis dalla polizia arrivata sul ponte dopo l'allarme lanciato da alcuni passanti. Si trova ricoverata in ospedale in stato di choc.
FIGLIO AGLI ARRESTI DOMICILIARI. Marito e moglie erano scossi a causa di un'inchiesta della procura di Monza che aveva scoperto un giro di farmaci antitumorali venduti all'estero e che era culminata il 2 aprile con l'arresto del figlio della coppia. Il giovane ha raccontato alla polizia che i genitori si erano recati da lui, che si trova agli arresti domiciliari su provvedimento della procura di Monza, la sera del 26 aprile per cena. «Mio padre e mia mamma hanno passato la serata con me», ha spiegato, «abbiamo cenato insieme e abbiamo guardato la televisione. Poi sono andati via dicendo che dovevano fare una visita. Non immaginavo che avessero deciso di togliersi la vita».
POLEMICA SUL COMMENTO DEL PROCURATORE. «Ormai dicono tutti così. Non c'è altro da commentare», ha dichiarato il procuratore capo della Repubblica di Monza Corrado Carnevali, parlando del biglietto lasciato dal pediatra in cui attacava la magistratura. Parole che il viceministro della Giustizia Enrico Costa non ha gradito: «Di fronte a questo tragico gesto che mi ha profondamente turbato, spero che le parole riportate come pronunciate dal procuratore, non siano state riportate in modo corretto, perché diversamente sarebbero parole fuori luogo», ha affermato.

Correlati

Potresti esserti perso