ORRORE 30 Aprile Apr 2015 1828 30 aprile 2015

Isis, massacrati con blocchi di cemento

Iraq, i due uomini erano accusati di aver rapinato e ucciso tre donne. Le foto choc scattate a Nineveh.

  • ...

Sono stati accusati di aver rapinato e ucciso tre donne. E per questo motivo i terroristi dell'Isis hanno distrutto enormi blocchi di cemento sulle loro teste.
Le immagini scioccanti, diffuse dal Daily Mail il 30 aprile del 2015, sono state scattate in provincia di Nineveh, nel Nord dell'Iraq.
Nelle foto si vedono le due vittime sdraiate per terra con le mani legate dietro la schiena e davanti a loro tre jihadisti col volto coperto e con in mano dei grossi macigni.
Sullo sfondo la folla, assetata di sangue, che osserva in silenzio la carneficina.
GIUSTIZIATI CON UN MACHETE. Nella penultima settimana di aprile sono state diffuse sui social anche altre immagini che immortalano la brutalità delle esecuzioni dell'Isis.
Gli scatti, immortalati a Jarnyah, villaggio siriano sito a Ovest di Raqqa, mostrano due uomini bendati con la testa poggiata su un tronco e con un machete posizionato sul collo: i due erano stati accusati di stregoneria.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso