PARTENZA 1 Maggio Mag 2015 0934 01 maggio 2015

Expo 2015, l'inaugurazione e l'apertura dei cancelli

A Milano inizia ufficialmente l'Esposizione universale. Renzi: «Sei mesi per vincere una scommessa». I bambini cambiano l'inno. Foto. I vip. Il padiglione Italia.

  • ...

Alle 9.45 si sono aperti i cancelli: l'Expo di Milano è finalmente cominciato.
Dieci milioni i biglietti già venduti, più della metà all'estero, ma nei sei mesi di durata del grande evento dedicato all'alimentazione e all'energia per la vita l'obbiettivo è raddoppiarli (foto).
Il via ufficiale è arrivato intorno alle 13, con l'esibizione delle Frecce tricolori e il discorso inaugurale del premier Matteo Renzi, del commissario unico Giuseppe Sala e del sindaco Giuliano Pisapia (la gallery dei vip).
Grande attesa anche per il videomessaggio di Papa Francesco, che ha chiesto di ricordare i poveri e gli affamati.
200 MILA VISITATORI. Nonostante la pioggia sono stati 200mila i visitatori durante il primo giorno dell'Esposizione, mentre gli operai ancora si affannavano per portare a termine alcuni padiglioni. Imponenti le misure di sicurezza e quasi 'invisibili'. Nessuno pensava agli incidenti che di lì a poco avrebbero messo sottosopra il centro di Milano.
A Expo tante famiglie, tanti bambini.
RENZI: «SCOMMESSA DA VINCERE». Il presidente del Consiglio ha aperto l'Esposizione universale di Milano parlando di una scommessa ancora da vincere: «Non ci credevano in tanti, grazie al sudore dei lavoratori e delle lavoratrici l'Expo è realtà. Non è ancora una scommessa vinta, abbiamo sei mesi per vincerla», ha detto Renzi.
I BAMBINI: «SIAM PRONTI ALLA VITA». Una piacevole sopresa c'è stata durante l'esecuzione dell'inno nazionale. I bambini presenti nel coro hanno infatti cambiato le ultime parole e un «siam pronti alla vita» ha così sostituito il «siam pronti alla morte» dell'originale canto di Mameli. La variazione è stata subito ripresa dal premier: «L'Italia s'è desta, siam pronti alla vita, sì», ha esordito Renzi nel suo discorso.

La giornata


13.00 - IL PREMIER: «OGGI INIZIA IL DOMANI». «Siamo un grande Paese», ha detto ancora Renzi, «abbiamo una grande forza, un grande ruolo. Basta piangersi addosso. Dimostriamo con l'Expo che l'Italia è orgogliosa delle sue radici, delle sue tradizioni. Il nostro vertiginoso passato ci invita a costruire e non soltanto a ricordare. Venite a scoprire che sapore ha l'Expo dell'Italia. Oggi inizia il domani! L'impresa più bella inizia oggi», ha concluso Renzi.

Il videomessaggio di Papa Francesco.

12.51 - PAPA FRANCESCO: «LA MIA È LA VOCE DEI POVERI». «Sono grato di unire la mia voce» all'Expo, e la mia «è la voce dei pellegrini nel mondo intero, è la voce di tanti poveri che fanno parte di questo popolo e con dignità cercano di guadagnarsi il pane col sudore della fronte». Così il Papa nel suo videomessaggio per l'inaugurazione dell'Expo.

Il padiglione di Save the Children (foto Ansa).

12.45 - MARONI: «NUTRIAMO IL FUTURO». L'Expo «è già un successo» e «qui a Milano oggi noi nutriamo il futuro»: lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, intervenendo dal palco. La riuscita dell'evento, secondo il governatore, «è testimoniata dal numero dei partecipanti e dall'interesse suscitato dai temi che sono ora al centro del dibattito globale».

12.28 - PISAPIA: «CE L'ABBIAMO FATTA». «Ce l'abbiamo fatta»: così, tra gli applausi, il sindaco di Milano ha iniziato il suo discorso alla cerimonia di inaugurazione dell'Expo di Milano.

11.40 - L'ARRIVO DI MATTEO RENZI. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è arrivato al sito di Expo per la cerimonia di inaugurazione.

Il padiglione del Nepal (foto Ansa).

11.15 - COMMISSARIO NEPAL: «ASPETTIAMO MOLTI ITALIANI». «Invito gli italiani a venire a visitare il nostro bellissimo Paese quando la situazione si sarà risolta»: è l'appello del commissario del padiglione del Nepal a Expo 2015, Amit Ratnasahkya, nella giornata di apertura. Il Paese, duramente colpito dal terremoto, secondo il commissario può risollevarsi con il turismo.

10.42 - LA PRIMA VISITATRICE ARRIVA DA COMO. Arriva da Como la prima visitatrice dell'Expo, che alle 10 ha varcato i tornelli dell'ingresso Ovest. Si chiama Marilena Basciani e ha comprato il biglietto una settimana fa nella sua città. «Sono molto emozionata, vengo da qui vicino e sono molto interessata, vado subito a vedere il padiglione del Giappone».

10.39 - BIGLIETTI ONLINE, VENDITA REGOLARE. Nella notte il gruppo hacker Anonymous ha tentato di bloccare il sito web di Expo per la vendita dei biglietti. Expo Spa ha fatto sapere che l'attacco è durato pochi minuti e che la piattaforma di sicurezza ha retto: «Il sito di vendita on line funziona regolarmente».

Lo striscione di protesta dei No-Expo (foto Ansa).

10.26 - MANIFESTAZIONE DEI NO-EXPO. Una manifestazione a sorpresa dei gruppi No-Expo è in corso davanti ai tornelli dell'ingresso Fiorenza, all'esterno dell'Expo di Milano. Giovani antagonisti del centro sociale Fornace e del Movimento No-Expo May Day (il corteo si terrà nel pomeriggio) stanno manifestando pacificamente mostrando uno striscione sul quale compare la scritta «Il belpaese delle opportunità, un Expo di mafia cemento e precarietà». Il gruppo è controllato a distanza dalle forze dell'ordine.


10.23 - PISAPIA: «LOTTA AGLI SPRECHI ALIMENTARI». «Non c'è il sole ma è una giornata bellissima, è tutto pronto e sono molto tranquillo», ha detto il sindaco di Milano Giuliano Pisapia poco prima dell'apertura ufficiale di Expo 2015. «Oggi parleremo di temi alimentari e lanceremo messaggi a tutto il mondo. Qui è rappresentato il 93% della popolazione mondiale, parleremo principalmente di lotta agli sprechi alimentari».


Tweet riguardo #expo2015

Articoli Correlati

Potresti esserti perso