Andreas Lubitz 150328120227
RETROSCENA 6 Maggio Mag 2015 1150 06 maggio 2015

Disastro Germanwings, «Lubitz provò la manovra sul volo d'andata»

Il tabloid tedesco Bild: «Il copilota killer fece una discesa controllata priva di giustificazione».

  • ...

Andreas Lubitz.

Andreas Lubitz, copilota della Germanwings responsabile del disastro aereo delle Alpi che costò la vita a 150 persone, provò a scendere di quota anche durante il volo di andata fra Duesseldorf e Barcellona, il 24 marzo.
La rivelazione è stata diffusa dal settimanale tedesco Bild, che nella sua ricostruzione ha citato il rapporto della Bea. Secondo il documento è chiaro che Lubitz abbia realizzato «una discesa di quota controllata e non motivata» già su quella tratta. Per il tabloid non è escluso che il giovane non volesse limitarsi a una prova, ma realizzare il piano di distruggere l'aereo.
NESSUNO SOSPETTÒ NULLA. Nel volo di andata «il controllo aereo ha chiesto una discesa di quota, ma poco prima il capitano era uscito, e il copilota ha quindi manipolato i tasti del pilota automatico facendo il gesto che poi ripeterà al ritorno», ha spiegato un responsabile del Bea, dicendo che in quell'occasione «nessuno sospettò nulla».
Questa manovra non sarebbe stata notata da nessuno anche perché Lubitz corresse nuovamente la quota, dopo essere sceso fino a 25 mila piedi, prima del rientro del comandante.
ERA TUTTO PIANIFICATO. È quella stessa discesa che fu invece effettuata realmente qualche ora dopo, sulla rotta inversa, che portava i passeggeri da Barcellona a Duesseldorf. Solo che stavolta il ventottenne non permise al pilota di rientrare in cabina, riuscendo così a provocare lo schianto dell'aereo. L'esperimento è una prova ulteriore, se ancora ve ne fosse bisogno, del fatto che Lubitz avesse pianificato nei dettagli la distruzione dell'Airbus che si schiantò fra le Alpi francesi.

Correlati

Potresti esserti perso