DISAGI 7 Maggio Mag 2015 0818 07 maggio 2015

Roma, incendio all'aeroporto di Fiumicino

Fiamme nella notte. Voli cancellati e ritardi. Viaggi a rischio l'8 maggio. Foto.

  • ...

Paura e disagi all'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Nella notte tra il 6 e 7 maggio un vasto incendio è divampato nel terminal 3 (voli internazionali), che è stato evacuato. Secondo i carabinieri, ci sarebbero tre intossicati, ma nessun ferito (guarda le immagini).
Dopo diverse ore, i Vigili del fuoco hanno domato le fiamme, ma lo scalo è stato chiuso fino alle ore 12, mentre i primi voli sono ripresi dalle 14. Migliaia di passeggeri hanno atteso ore prima di di sapere se e quando potevano partire.
ESCLUSO IL ROGO DOLOSO. L'incendio sarebbe partito da un quadro elettrico della cucina di un punto di ristoro nella galleria commerciale. Un corto circuito, dunque. Le fiamme si sarebbero poi propagate lungo i collegamenti elettrici, facendo scattare l'allarme antincendio che avrebbe funzionato correttamente senza però poter spegnere il rogo ormai troppo esteso. Fonti autorevoli dell'aeroporto hanno escluso che l'incidente abbia avuto origine dolose.
BLOCCATE STRADE E TRENI. Sono state chiuse per molte ore le autostrade per l'aeroporto, riaperte solo intorno alle 11: interessate in particolare la Roma-Fiumicino e lo svincolo della Roma-Civitavecchia. Si transita regolarmente in uscita. Anche il traffico passeggeri di Trenitalia in direzione Fiumicino è stato sospeso diverse ore prima di poter riprendere.
PASSEGGERI NEL CAOS. Migliaia di passeggeri hanno affollato i terminal 1 e 2. Quasi tutti i voli sono stati cancellati, mentre altri, annunciati sullo schermo, non sono partiti. Presi d'assalto anche i banchi informativi.



RIPRESA GRADUALE DEL TRAFFICO. La ripresa del traffico è stata comunque graduale e ci vorrà qualche giorno prima che lo scalo torni alla piena operatività.
«COLONNA DI FUMO ALTISSIMA». «Abbiamo visto una colonna di fumo altissima e poi siamo usciti per capire cosa stava succedendo», ha detto uno degli operatori dell'aeroporto al lavoro di notte mentre divampava l'incendio.
BRUCIATI MOLTI NEGOZI. Molti i negozi distrutti nell'incendio: secondo quanto si è appreso, le fiamme si sono sviluppate all'interno dell'area commerciale al piano -1 del terminal e hanno interessato un'area di circa mille metri quadrati. Il rogo avrebbe anche provocato la distruzione di alcune cabine di controllo passaporti. Non toccati, invece, i banchi di accettazione e gli strumenti operativi per la sicurezza, a cominciare dai metal detector.
ENAC: «OPERATIVITÀ AL 50% L'8 MAGGIO». In serata, l'Enac ha reso noto che «l'operatività dell'Aeroporto di Roma Fiumicino sta gradualmente riprendendo, sebbene con capacità ridotta», e che «dalla mezzanotte di oggi (7 maggio) alla mezzanotte di domani, 8 maggio, raggiungerà il 50% della capacità operativa del periodo».

#Fiumicino Tweets

Articoli Correlati

Potresti esserti perso