PAURA 12 Maggio Mag 2015 0939 12 maggio 2015

Terremoto in Nepal, nuova scossa di magnitudo 7.4

Almeno 42 vittime accertate nel Paese e un migliaio di feriti. 17 vittime anche in India. Foto. Video.

  • ...

Il Nepal ripiomba nel terrore del sisma. Dopo il terremoto che ha devastato il Paese lo scorso 25 aprile, (che aveva provocato la morte di 8.150 persone, mentre 17.860 sono rimaste ferite) nel Paese è stata registrato un altro vioento movimento tellurico: una scossa di magnitudo 7.4 (molto vicino a quello precedente, registrato a 7.8) che ha raggiunto pure New Delhi e altre parti del Nord dell'India.
L'epicentro è stato localizzato a 22 chilometri a sud-est di Zham (Cina) e a circa 83 chilometri a est della capitale nepalese, dove i residenti sono fuggiti dalle loro case terrorizzati. Il bilancio provvisorio fornito dal governo nepalese parla di 42 morti e oltre 1000 feriti. In India i morti sarebbero invece 17, una in Tibet. In 12 sono invece stati estratti vivi dalla macerie: nove a Dholaka (regione dell'Everest) e tre a Kathmandu.


  • La tremenda scossa di magnitudo 7.4 filmata dalle telecamere all'interno del parlamento a Kathmandu

Un operaio è morto in un cantiere edile nel distretto di Siwan, mentre una bambina non è riuscita a fuggire in tempo da un edificio crollato nel distretto di Patna. Dodici altri bambini sono rimasti feriti in una scuola nel distretto di Darbhanga.
Il premier Narendra Modi, intanto, ha convocato una riunione di urgenza e chiesto alle autorità locali di rimanere in allerta.
SCOSSE DI ASSESTAMENTO DOPO LA PRIMA. Alla prima violenta scossa ne sono seguite altre di assestamento di magnitudo compresa tra 5 e 6 che hanno colpito in sequenza il Nepal, causando panico fra la popolazione. Il movimento sismico è cominciato alle 12.50 ora locale, con una prima scossa di magnitudo 7.4, seguita da una seconda (5.6) alle 13,02 e infine una terza (6.0) alle 13,21.
Secondo quanto riferito da Giuseppe Pedron, operatore di Caritas Italiana presente a Kathmandu, quella del 12 maggio «è stata la scossa più forte, dal punto di vista della percezione, dopo quella del 25 aprile».

  • Una telecamera GoPro ha catturato la paura e la disperazione delle persone del luogo, dopo il sisma del 12 maggio.


CAOS IN AEROPORTO. L'aeroporto internazionale Tribhuvan di Kathmandu è di nuovo operativo dopo essere stato chiuso per due ore come misura precauzionale. La sospensione dei voli ha creato molto caos tra i passeggeri, che sono stati evacuati per sicurezza. Durante la chiusura, tutti i voli in arrivo sono stati deviati. Diversi aerei in partenza hanno subito ritardi.

  • Il panico nell'aeroporto di Kathmandu durante il sisma.

Correlati

Potresti esserti perso