Patrizia Schettini 150513180543
OMICIDIO 13 Maggio Mag 2015 1808 13 maggio 2015

Cosenza, Patrizia Schettini uccisa da suo figlio

Il ragazzo ha confessato il delitto ed è stato arrestato. Addosso un tatuaggio: «Ti amo mamma». Foto.

  • ...

Uccisa dal figlio 17enne che aveva adottato. Patrizia Schettini, l'insegnante di musica morta a Colle degli Ulivi, Donnici, frazione di Cosenza, non è caduta accidentalmente dalle scale, come creduto in un primo momento. Ma è stata spinta giù dal figlio, che avrebbe agito in un momento di rabbia, a causa di un rimpovero (foto).
La procura di Cosenza ha ordinato l'arresto del ragazzo, dopo aver intercettato un dialogo tra lui e suo padre grazie alle microspie piazzate dentro casa: «Sì, papà, l’ho uccisa io la mamma».
ANCORA DA CHIARIRE LA DINAMICA DELL'OMICIDIO. Questa la versione del giovane: il giorno dell'omicidio Patrizia stava facendo le pulizie di casa e a un certo punto avrebbe sgridato suo figlio. A quel punto il ragazzo si sarebbe scagliato contro di lei e in un momento di raptus l’avrebbe spinta giù per le scale. L’insegnante avrebbe sbattuto la testa, come emerso dall'esame autoptico, e sarebbe morta all’istante.
Gli inquirenti, tuttavia, sostengono che Patrizia Schettini sia stata prima soffocata, e poi buttata giù per le scale: la donna ha sbattuto la testa contro uno scalino, un impatto che le ha provocato la rottura dell’osso del collo.
IL TATUAGGIO PER SVIARE I POLIZIOTTI. Per allontanare da sé i sospetti degli inquirenti, prima di confessare il delitto al padre pensando di non essere ascoltato, durante l’ultimo interrogatorio il ragazzo avrebbe mostrato ai poliziotti un tatuaggio con la scritta: «Nemmeno la morte ci potrà separare, ti amo mamma». Tutta una messinscena per i magistrati, che hanno deciso di mandarlo in carcere.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso