Ruby Rubacuori 120524142122
GIUSTIZIA 18 Maggio Mag 2015 1735 18 maggio 2015

Ruby in procura: accuse di corruzione per 5 mln

Interrogata a Milano non risponde. Nel mirino le presunte mazzette per nascondere le cene col Cav.

  • ...

Ruby Rubacuori.

Karima El Mahroug, meglio nota come Ruby, si è avvalsa della facoltà di non rispondere davanti ai pm di Milano che l'hanno convocata per l'interrogatorio con al centro le accuse di falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari.
Una corruzione che, secondo i pm, sarebbe di almeno 5 milioni di euro: denaro che la ragazza avrebbe ricevuto da Silvio Berlusconi per il suo silenzio nelle inchieste sul Bunga Bunga di Arcore.
«PROFESSIONE? DISOCCUPATA», MA IN TRIBUNALE CON UNA BORSA CHANEL. I pm Siciliano e Gaglio contestano alla giovane marocchina una serie di spese in contanti che non sono giustificate con le entrate ufficiali dell'indagata. Secondo l'ipotesi accusatoria, Ruby sarebbe stata 'foraggiata' dall'ex Cavaliere, attraverso l'avvocato Luca Giuliante - anche lui indagato. Questo interrogatorio potrebbe essere uno degli ultimi atti dell'inchiesta sul Ruby ter in cui l'ex Cavaliere, assolto in terzo grado dal 'Ruby 1', è indagato per corruzione in atti giudiziari in concorso. L'interrogatorio è durato quasi due ore: la ragazza accusata di corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza, si è avvalsa della facoltà di non rispondere.
«Professione? Disoccupata», avrebbe risposto la marocchina agli inquirenti milanesi che l'hanno convocata anche se si è presentata al quarto piano del Palazzo di Giustizia con una borsa marca 'Chanel'.
Anche l'avvocato Giuliante ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere davanti ai pm. L'avvocato però avrebbe dato la disponibilità ad essere ascoltato più avanti, probabilmente dopo la chiusura delle indagini.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso