Corsia Ospedale 130105234337
ALLARME 19 Maggio Mag 2015 1833 19 maggio 2015

Sanità, meno fondi e più over 65: Ssn a rischio

Tagli alla spesa, scarsi investimenti e aumento delle malattie croniche: si va verso la «tempesta perfetta».

  • ...

Una corsia d'ospedale.

Il Servizio sanitario nazionale è paragonabile a una nave che si sta dirigendo verso la 'tempesta perfetta'. Gli elementi per prevedere lo scenario imminente sono chiari: più malattie croniche (ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari e tumori), tagli alla spesa sanitaria, scarsi investimenti, blocco del turn over. E già la metà circa degli anziani è in difficoltà ad avere le cure di cui avrebbe bisogno con picchi che raggiungono il 70% al Sud.
BOOM DEGLI OVER 65. Bastano alcuni numeri per comprendere la portata del possibile 'naufragio': negli ultimi 60 anni in Italia il numero di cittadini di età pari o superiore ai 65 anni è aumentato di oltre 30 volte. Nel 2015 sono previsti oltre 13 milioni di over 65 e, in base ai dati Istat, nel 2030 saranno più di 16 milioni.
SALGONO MALATTIE CRONICHE. Nell'ultimo ventennio il numero degli italiani con una malattia cronica è aumentata dal 35,1 al 37,9% (pari a 2,7 milioni di cittadini), mentre la percentuale di persone colpite da almeno due di queste malattie è passata dal 17,7 al 20% (2 milioni). I 'multicronici' saranno quasi 13 milioni nel 2024 e oltre 14 milioni nel 2034, pari rispettivamente al 20,2% e 22,6% della popolazione (nel 2013 si attesta al 14,4%). E il sistema rischia di non riuscire a reggere le crescenti richieste di salute di questi cittadini.
EDUCARE ALLA PREVENZIONE. Ma la nave si può salvare e la ricetta, che prevede anche una nuova educazione del cittadino a usare le prevenzione per «non affogare» nella tempesta futura, è contenuta nel volume La tempesta perfetta, edito da Vita e pensiero, presentato al ministero della Salute con gli autori, Walter Ricciardi, Claudio Cricelli, Vincenzo Atella e Federico Serra. «Innanzitutto» - ha spiegato Ricciardi, ordinario di Igiene presso l'università Cattolica del Sacro cuore di Roma e commissario dell'Istituto superiore di sanità - «è necessario evitare che il Sistema sanitario nazionale sia l'espressione, a volte schizofrenica, delle volontà di 21 Regioni e Province autonome. Questo non significa voler tornare indietro al dirigismo centralista precedente agli Anni 2000».
FLOP TRA GLI STILI DI VITA. E intanto l'Italia, in merito ai corretti stili di vita, si attesta fra le peggiori realtà europee. Il nostro Paese è, infatti, terzo, dietro a Grecia e Stati Uniti, presentando il 30,9% di bambine tra i cinque e i 17 anni di età in condizione di sovrappeso o obesità, nonostante un patrimonio di tradizioni e cultura legato ai benefici della dieta mediterranea.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso