Hacker Anonymous 150520103455
OPERAZIONE 20 Maggio Mag 2015 1037 20 maggio 2015

Torino, arrestato l'hacker di Anonymous Otherwise

Il gruppo era stato protagonista di attacchi informatici a Expo, polizia postale e ministero della Difesa.

  • ...

L'immagine del profilo su Twitter di Otherwise.

Un'operazione della polizia di Stato a Torino, Sondrio, Livorno e Pisa, ha effettuato perquisizioni e arresti nei confronti di un'organizzazione di hacker responsabile di attacchi contro sistemi informatici di infrastrutture nazionali e siti istituzionali.
Tra questi è stato arrestato Otherwise, negli ultimi tempi guida dell'associazione di hacker anonimi Anonymous. L'informatico guidava un segmento dell'associazione di hacker che per mesi hanno violato i siti della polizia di Stato, di Expo, del ministero della Difesa, e della Regione Piemonte. Causando danni per migliaia di euro. L’indagine è coordinata dalla procura di Roma. Ci sono altri arrestati tra cui un secondo hacker, residente a Torino.
ATTACCHI INFORMATICI A SITI ISTITUZIONALI. L' accusa è danneggiamento di sistemi informatici, all'interruzione illecita di comunicazioni informatiche e telematiche, all'accesso abusivo a sistemi informatici, nonché alla detenzione e diffusione di codici di accesso a sistemi informatici. Agli attacchi ai sistemi informatici di ministero della Difesa, Forze armate e di un altro ministero dedica ampio spazio il quotidiano Il Giornale il 20 maggio con un articolo in prima pagina in cui si dice che l'assalto, in corso da un mese, non avrebbe riguardato tuttavia informazioni 'top secret' ma solo quelle 'classificate'.
SGOMINATA RETE CRIMINALE. L' operazione della polizia - spiega una nota - ha «permesso di individuare una cellula criminale al vertice dell'attuale panorama hacktivista italiano, responsabile nel tempo di numerosi attacchi ai danni dei sistemi informatici di importanti infrastrutture critiche, siti istituzionali e di rilevanti realtà economiche del paese, da ultimo anche i sistemi informatici di Expo 2015 e del Ministero della Difesa nell'ambito della campagna Antimilitarist (#2), con pubblicazione di un corposo leak di materiale proprio nella giornata di ieri».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso