Provetta Analisi 110906210113
IL CASO 23 Maggio Mag 2015 1704 23 maggio 2015

Berlino, a 65 anni partorisce quattro gemelli

La mamma più anziana del mondo:  ha già 13 figli, 7 nipoti, è vicina alla pensione, ma non teme l'età.

  • ...

Una provetta per l'inseminazione artificiale.

Orologio biologico addio. Annegret Raunigk è la mamma più anziana del mondo: ha partorito 4 gemelli a 65 anni. Dries, Bence, Fjonn e Neeta, tre maschi e una femmina sono nati in un ospedale di Berlino dopo 26 settimane di gestazione. Sono prematuri, ma i medici che li stanno tenendo in osservazione dentro le incubatrici hanno detto che hanno buone probabilità di sopravvivere.
Raunigk, single, insegnante di inglese e russo alle scuole elementari, è già madre di 13 figli avuti da cinque padri diversi, ma la sua più che voglia di maternità era affetto materno: secondo quanto raccontato da lei stessa, ha deciso di sottoporsi all'inseminazione artificiale multipla in una clinica di Kiev per esaudire il desidero della figlia più piccola, Leila, nove anni, che voleva un altro fratellino o una sorellina.

Mamma single vicina alla pensione ma senza paura: «Sono in buona salute e in forma»

Detto fatto, dopo un anno e mezzo di cure, di fratellini ne sono arrivati ben quattro. Tutti gli ovuli impiantati sono stati fecondati. E per quanto Raunigk non avesse sperato in una prole così numerosa, ha accettato il lieto evento. «Certo che è stato uno shock per me. Ne ho parlato con il mio ginecologo. Ci ho pensato e ho preso la mia decisione, che in fondo conoscevo già», ha raccontato al quotidiano tedesco Bild, «ma ci tenevo proprio ad esaudire il desiderio di mia figlia».
Il lieto evento non è stato oscurato da nessun tipo di preoccupazione. Raunigk, che sta per andare in pensione, non si preoccupa della sua età: «Non ho paura. Parto dal principio che sono in buona salute e in forma», ha spiegato a Rtl. Consapevole, forse, anche del fatto che ad aiutarla nella crescita dei 4 gemelli ci saranno gli altri 13 figli e ben 7 nipoti.
Così davanti alle critiche che molti le hanno rivolto per la particolare scelta, la non più giovane mamma è apparsa ancora più serafica: «Penso che sia qualcosa che ognuno deve decidere per se stesso, senza farsi influenzare troppo dagli altri».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso