Siriano Torurato 150601155938
TERRORISMO 1 Giugno Giu 2015 1556 01 giugno 2015

Video Isis, ragazzino siriano torturato

Un disertore dello Stato islamico ha ripreso il filmato con un telefonino. E lo ha dato alla Bbc.

  • ...

Il volto di Ahmed.

La Bbc è entrata in possesso di un video girato con un telefono cellulare, in cui alcuni miliziani del gruppo Stato islamico interrogano e torturano un ragazzino siriano di appena 14 anni. Il filmato, secondo l'emittente inglese, è stato girato da un disertore del gruppo jihadista: il ragazzino è appeso per i polsi e viene frustato. Dopo essere stato condannato a morte, è riuscito a scappare grazie al 'pentimento' di uno dei suoi carcerieri.
AHMED: «SCARICHE ELETTRICHE PER FARMI CONFESSARE». Ahmed, rintracciato dalla Bbc in Turchia, ha raccontato la sua storia: «Ho pensato ai miei genitori. Ho pensato a mia madre. Ho pensato che stavo per morire e lasciare tutti i miei cari. Per farmi confessare mi hanno frustato e mi hanno dato scariche elettriche. Ho detto loro tutto». Il ragazzino era stato ingaggiato per mettere una bomba nei pressi di uno dei luoghi di ritrovo dell'Isis a Raqqa, in Siria. Le torture sono proseguite per due giorni. «Quando sono arrivato in Turchia ho avuto incubi per tutto il tempo, non riuscivo a dormire. Ogni volta che chiudevo gli occhi avevo incubi che mi hanno tenuto sveglio per tutta la notte».
IL DISERTORE: «SONO PENTITO». Quentin Sommerville della Bbc ha incontrato anche l'uomo che ha filmato le torture ai danni di Ahmed. Dopo di allora ha disertato e afferma di essere pieno di rimorso: «Mi pento amaramente in ogni momento. Quando sono entrato nell'Isis non ero convinto, ma ho dovuto. Mi auguro che le persone cui ho fatto del male mi perdoneranno». Khaled (nome di fantasia) è anche lui giovanissimo: ha 17 anni, ma a 15 aveva già combattuto e ucciso per conto di al-Nusra. In seguito è stato costretto a unirsi al gruppo Stato islamico (il video sul sito della Bbc).

Correlati

Potresti esserti perso