Peschereccio Migranti 150419134518
LIBIA 6 Giugno Giu 2015 1652 06 giugno 2015

«Migliaia di migranti alla deriva nel Mediterraneo»

Unhcr: «Tremila profughi alla deriva su 13-15 imbarcazioni». Trasferimento in Italia.

  • ...

Un barcone di migranti clandestini.

Maxi-operazione di salvataggio nel mar Mediterraneo. SkyNews ha riferito di 14 imbarcazioni alla deriva con migliaia di migranti a bordo al largo delle coste libiche. «A bordo delle 13-15 imbarcazioni alla deriva vicino alla Libia ci sarebbero circa 3000 profughi», ha confermato con un messaggio via Twitter, Carlotta Sami, portavoce dell'Unhcr per il Sud Europa, aggiungendo che «la guardia costiera, la marina italiana e quella britannica e altre flotte internazionali si stanno dirigendo» nell'area interessata per «mettere in salvo» i migranti.
NAVI TEDESCHE, ITALIANE, INGLESI PER I SOCCORSI. La nave della Royal Navy HMS Bulwark ha fatto rotta, assieme ad altre unità europee, verso la Libia «a tutta velocità» per prendere parte alle operazioni di soccorso. A bordo della Bulwark il ministro della Difesa inglese, Michael Fallon. A tutte le navi europee presenti nell’area è stato dato l'ordine di convergere sulla zona. Alle operazioni di soccorso, riferisce il Times of Malta, hanno partecipato anche le unità di Moas (Migrant Offshore Aid Station, l'Ong maltese fondata da Christopher e Regina Catrambone) e Medici Senza Frontiere. Il Moas avrebbe confermato che il coordinamento dei soccorsi tra navi italiane, tedesche e irlandesi ha salvato 2000 persone: 372 provenienti dall'Eritrea ora imbarcate sulla Phoenix e dirette in Sicilia.
Il capo del «settore centrale» della Guardia costiera libica, il colonnello Reda Issa, ha riferito all'Ansa che «la Marina tedesca» ha salvato un'imbarcazione con «a bordo 200 clandestini al largo del litorale libico» e che altre imbarcazioni sono state avvicinate dalla Marina italiana «a nord di Sabratah», ad est di Tripoli
FALLON: SE UE NON INTERVIENE, MIGRAZIONI COLOSSALI. «È necessario che in tempi brevi altre navi da altre marine europee vengano qui ad aiutare. Dobbiamo condividere più informazioni di intelligence, capire chi è responsabile del traffico di esseri umani e come fanno i quattrini e quindi spazzare via le organizzazioni criminali coinvolte», ha dichiarato il ministro, mettendo in guardia dal rischio che l'ondata migratoria possa assumere una dimensione colossale «se l'Europa non si mette d'accordo e inizia ad affrontare il problema alla radice».
Londra ha messo a disposizione di recente la Bulwark per le operazioni di soccorso dei migranti nel Mediterraneo, ma il governo Cameron ha ripetutamente sottolineato che le persone salvate non saranno accolte in Gran Bretagna, bensì sbarcate in Italia o in Grecia.
LA MARINA ITALIANA RECUPERA BARCONE CON 560 MIGRANTI. Intanto la nave Driade, della Marina militare italiana, è stata impegnata in una operazione di soccorso nel canale di Sicilia: l'unità, secondo quanto si legge nel profilo Twitter della Marina, ha recuperato 560 migranti, tra cui donne e bambini, a bordo di un barcone in difficoltà.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso