Bergoglio 150412152215
VATICANO 10 Giugno Giu 2015 1450 10 giugno 2015

Pedofilia, Francesco crea un tribunale per giudicare i vescovi

Accolte le proposte delle Commissione per la tutela dei minori. Introdotto il reato di abuso d'ufficio episcopale per i vescovi che coprono le denunce di reati sessuali.

  • ...

Papa Francesco.

Un tribunale per giudicare i vescovi accusati di coprire reati di pedofilia, con tanto di nuovo reato ad hoc.
Papa Francesco, nel giorno in cui annuncia il titolo della sua enciclica sull'ambiente (Laudato sii) e attende in Vaticano la visita del presidente russo Vladimir Putin, apre le porte della Chiesa a una riforma storica.
OBIETTIVO: PROTEGGERE MINORI E DISABILI. Il Pontefice ha accettato cinque proposte della Commissione per la tutela dei minori, istituendo il reato canonico di «abuso d'ufficio episcopale» per sanzionare il comportamento dei vescovi che non si attivano a seguito di denunce di abusi sessuali da parte dei membri della curia, a danno di minori e persone disabili.
Francesco ha creato anche un'apposita sezione della Congregazione per la Dottrina della Fede (Cdf), cui sono state affidate le competenze in merito. Sarà guidata da un arcivescovo segretario e raccoglierà l'attuale sezione disciplinare della Cdf, competente sugli abusi sessuali compiuti da ecclesiastici.
PROPOSTA ACCOLTA DAL COSIDDETTO C9. La svolta è anche frutto del lavoro del cosiddetto C9, il Consiglio dei nove cardinali che aiutano il Papa nel governo della Chiesa, riunito da mercoledì 10 a mercoledì 17 giugno in Vaticano. L'accoglimento da parte del Papa e del C9 delle proposte della Commissione per la tutela dei minori sulla responsabilità dei vescovi nei casi di pedofilia rappresentano un importante cambiamento nelle politiche del Vaticano.
Il C9 ha dato all'unanimità parere favorevole e ha deliberato di sottoporre al Papa le cinque proposte. Bergoglio le ha approvate e ha stabilito di reperire le risorse necessarie.
IL RUOLO DELLE VITTIME DEGLI ABUSI. Il tema della procedibilità dei vescovi era stato posto con particolare forza dai membri laici della Commissione, in particolare da due vittime di abusi da parte del clero. Il Papa ha stabilito in cinque anni il tempo di attuazione di tutte le proposte e il completamento di una valutazione della loro efficacia.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso